Logo
Stampa questa pagina

2°prova Coppa del Mondo - Varese

2°prova Coppa del Mondo - Varese

1XAd un mese e  mezzo di distanza dalla prima tappa, disputatasi sul lago di Bled (Slovenia), 42 nazioni, fra cui l’Italia, si sono date appuntamento sul lago di Varese, dove, nel corso del week-end, si è disputata la seconda delle tre prove di Coppa del Mondo 2015.

750 atleti si sono misurati nel penultimo banco di prova (la terza ed ultima tappa di Coppa del Mondo si terrà a Lucerna a metà Luglio) prima dei Mondiali Assoluti di Aiguebelette (in Francia, a fine Agosto), validi per le qualificazioni olimpiche, con la Nazionale Azzurra che, forte del fattore casalingo, ha schierato il maggior numero di equipaggi, 29 in tutto, suddivisi fra specialità olimpiche, non olimpiche e pararowing.

Nonostante l’elevato livello tecnico della manifestazione, la squadra azzurra ha raccolto ottimi risultati: ben 9 equipaggi hanno conquistato la finale A, per un bottino finale di 4 medaglie d’argento e 2 di bronzo.

A tenere alti i colori del Piemonte 7 atleti, protagonisti di gare entusiasmanti e molto combattute.4-A

Francesco Pegoraro ha conquistato un bellissimo settimo posto nella difficile specialità del singolo pesi leggeri: il giovane atleta dell’Esperia si è confrontato contro 19 atleti, fra cui il compagno di nazionale e campione del mondo di specialità in carica Marcello Miani, che ha chiuso al quinto posto, a testimonianza dell’elevato livello della competizione.

La corsa verso la finale A di Francesco si è arrestata solo alle semifinali, dove il sesto posto è valso l’accesso alla finale B, chiusa al primo posto al termine di una gara in rimonta di grande carattere.

4-BLa specialità del quattro senza pesi leggeri ha visto il derby fra due equipaggi composti da atleti torinesi: il primo, composto da Alberto Di Seyssel (Armida), in barca con Stefano Oppo, Livio La Padula e Martino Goretti, ha conquistato il settimo posto, mentre il secondo, composto da Giorgio Tuccinardi (Armida), Guido Gravina (Cerea), Alin Zaharia (Caprera), in barca con Paolo Di Girolamo, ha conquistato il nono posto.

I due armi si sono dati battaglia sin dalle batterie, passando per i recuperi e le semifinali, dove entrambi, non riuscendo a piazzarsi fra i primi tre (l’armo di Alberto Di Seyssel ha visto sfumare la finale A per soli 14 centesimi), si sono qualificati per la finale B, chiusa con una bella vittoria da parte dell’armo di Alberto e con il terzo posto da parte dell’armo di Giorgio, Guido ed Alin.

Luca Lovisolo (Cerea), ha conquistato l’ottavo posto nella difficile specialità dell’8+ senior, in barca con Jacopo Mancini, Matteo Borsini, Filippo Mondelli, Nicolò Pagani, Guglielmo Carcano, Pietro Zileri, Alessandro Mansutti ed Enrico D’Aniello: per il giovane armo azzurro il quinto posto delle batterie ed il quarto dei recuperi è valso l’accesso alla finale B, chiusa al secondo posto, alle spalle del solo armo Francese.8

Gaia Palma (Lario), ha conquistato infine il dodicesimo posto nella specialità del due senza femminile, in barca con la compagna Alessandra Patelli.

L’armo delle atlete azzurre ha chiuso al terzo posto le batterie, conquistando l’accesso diretto alle semifinali, dove il quinto posto è valso l’accesso alle finale B, chiusa al sesto posto (dodicesimo assoluto) alle spalle degli armi cinese, polacco, australiano, inglese e croato.

Per gli atleti della nazionale azzurra gli allenamenti riprendono subito, i prossimi ed impellenti impegni non permettono pause.

2-Per il remo Piemontese, invece, i festeggiamenti e le regate di San Giovanni permetteranno un giorno di pausa prima dei campionati Italiani Master, in programma il prossimo week-end a Sabaudia, e del Festival dei Giovani 2015, in programma il week-end successivo a Candia.

 

ALESSANDRO POLATO

©2016 All rights reserved.