Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Attività motoria nella scuola elementare: cercasi esperti con competenze sulla disabilità

Attività motoria nella scuola elementare: cercasi esperti con competenze sulla disabilità

Anche quest'anno si rinnova il progetto di Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), CONI e CIP per la promozione dell'educazione fisica nella scuola elementare, noto come Alfabetizzazione Motoria nella scuola primaria.

Gli istituti aderenti all'iniziativa saranno scelti a livello regionale da una commissione formata da Ufficio Scolastico Regionale, CONI e CIP, secondo le linee guida dettate dal Ministero, che quest'anno intendono privilegiare le istituzioni scolastiche situate in aree a rischio o disagio sociale e quelle che non hanno mai partecipato al progetto, ma è facoltà di ogni regione definire propri criteri.

L'iniziativa prevede che nelle scuole interessate all'insegnante si affianchi un esperto in possesso di laurea in Scienze Motorie o diploma ISEF (unici requisiti richiesti), per un'attività di 2 ore a settimana che deve necessariamente coinvolgere anche gli alunni con disabilità.

Chi volesse presentare la propria candidatura come esperto deve - entro il 31 gennaio 2014 - compilare l'apposito modulo sul sito http://promozione.coni.it, dove sarà possibile lasciare il proprio curriculum e indicare la provincia in cui si intende prestare servizio. Oltre ai titoli di studio già indicati, all'esperto si richiede competenza informatica di base, capacità di tradurre gli obiettivi in contenuti/attività e la disponibilità per una giornata di formazione, presumibilmente verso metà febbraio.

Ulteriori criteri di valutazione delle candidature saranno le documentate esperienze professionali nell'ambito motorio con alunni disabili e l'aver già partecipato a edizioni passate del progetto.

Tutte le domande arrivate saranno inserite in un elenco che sarà pubblicato sul sito dell'Ufficio Scolastico Regionale http://www.istruzionepiemonte.it/, da dove le scuole interessate potranno scegliere gli esperti ritenuti più idonei, che firmeranno un contratto di prestazione d'opera con il presidente del Comitato Regionale CONI, anche se la retribuzione competerà agli istituti.

Gli esperti avranno come riferimento un gruppo di tutor che hanno già partecipato al progetto in passato: essi avranno la funzione di formatori territoriali, accompagneranno la realizzazione delle singole attività e faranno da collegamento con la commissione regionale.

Ulteriori dettagli nella circolare del MIUR, in allegato.

Torna in alto