Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Campionati Italiani Universitari, Regata Internazionale Adaptive e 39° Vogalonga

Campionati Italiani Universitari, Regata Internazionale Adaptive e 39° Vogalonga

Il week-end appena conclusosi ha visto il canottaggio piemontese impegnato su tre differenti fronti, nazionali ed internazionali, rispettivamente a Sabaudia, Gavirate e Venezia.

A Sabaudia si sono tenuti i Campionati Italiani Universitari, cui i nostri atleti hanno partecipato vestendo i colori del CUS Torino: oltre 300 atleti, in rappresentanza dei principali centri universitari sportivi italiani si sono dati battaglia nelle gare sprint (500 metri), a staffetta, e sulle distanze regolamentari di 2000 metri.

Nella giornata di sabato, sulle distanze sprint di 500 metri, Gaia Palma (Sisport Fiat) ha conquistato il titolo italiano nel singolo senior femminile, sbaragliando la concorrenza; sempre in campo femminile Carlotta Zuanon (Sisport Fiat) e Camilla Noè (Cus Torino) hanno conquistato la medaglia d’argento nella specialità del due senza senior.

In campo maschile Paolo De Petris (Cus Torino) ha conquistato il bronzo nel singolo senior; stesso piazzamento anche per Dario Venditti (Caprera) e Davide Bignami (Cus Torino), bronzo nel doppio senior.

Nella giornata di domenica, sulle distanze regolamentari di 2000 metri, Gaia Palma ha ripetuto la performance di sabato, salendo nuovamente sul gradino più alto del podio nel singolo senior; stesso dicasi per Carlotta Zuanon e Camilla Noè, nuovamente argento nel due senza senior.

Gaia, Carlotta e Camilla sono poi salite a bordo del quattro di coppia senior, conquistando il secondo posto con la compagna Laura Morone (Sisport Fiat).

In campo maschile Paolo De Petris ha conquistato il titolo italiano nel singolo esordienti, precedendo il compagno del Cus Torino Errikos Drazinos, terzo classificato; Paolo si è inoltre cimentato nel singolo senior, conquistando il sesto posto.

Dario Venditti e Davide Bignami hanno nuovamente conquistato il terzo posto nel doppio senior, cui si è aggiunto il bronzo conquistato da Davide nel singolo pesi leggeri.

Da segnalare, infine, le prestazioni di Jacopo Palma (Sisport Fiat), torinese d’origine benché in forza al Cus Pavia: per lui vittoria dei titoli italiani nel doppio senior e nel doppio senior a staffetta nella giornata di sabato, e vittoria nel doppio e nel quattro di coppia senior nella giornata di domenica.

Mentre a Sabaudia si disputavano i Campionati Italiani Universitari, qualche centinaio di chilometri più a nord, sul lago di Varese, Gavirate ha ospitato il primo appuntamento internazionale della nazionale azzurra di para-rowing.

Buone prestazioni per la nazionale italiana, che, con un bottino finale di 2 ori e 4 argenti ha conquistato il secondo posto nel medagliere, alle spalle della Gran Bretagna.

Fra i 16 atleti azzurri (12 uomini e 4 donne) convocati, figurava anche la nostra Sara Kobal (Armida), che ha gareggiato nella categoria LTA femminile.

Nella giornata di sabato Sara ha conquistato il quarto posto nel quattro con LTAMix, in barca con Valentina Grassi, Pierre Calderoni, Alessandro Ferrato e Niccolò Fanchi (tim.), alle spalle di Gran Bretagna, Italia 1 e Brasile; a seguire Russia e Polonia.

Nella giornata di domenica, stessa specialità per Sara, ma questa volta la Russia è riuscita ad avere la meglio sul nostro equipaggio, che ha chiuso al quinto posto, preceduto da Gran Bretagna, Italia 1, Brasile, e Russia, per l’appunto.

Nonostante il maltempo, a Venezia si è infine vissuta un’altra grande giornata di sport, festa ed amicizia, con la 39° edizione della Vogalonga.

La tradizionale partenza, fissata alle ore 9:00 della domenica mattina dal bacino di San Marco, scandita dall’alza remi e dal consueto colpo di cannone, ha visto prendere il via circa 1.700 imbarcazioni, per un totale di oltre 7.000 vogatori provenienti da tutto il mondo, fra cui, ovviamente, numerosi atleti piemontesi, che non hanno perso occasione per partecipare ad un evento più unico che raro.

Torna in alto