Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Mondiali Universitari 2016

Mondiali Universitari 2016

Nel giro di meno di un mese il remo azzurro ci ha regalato emozioni indimenticabili: dopo i successi dei Giochi Olimpici di Rio, è stata la volta dei Campionati Mondiali Junior, Under 23, Pesi Leggeri e Senior (specialità non olimpiche), cui si sono aggiunti, nel corso del week-end appena conclusosi, i Mondiali Universitari 2016.

Su 13 equipaggi scesi in campo sulle acque del lago Malta, a Poznan, ben 11 hanno conquistato l’accesso alla finale A, salendo sul podio in 6 occasioni, permettendo così all’Italia di conquistare il secondo posto nella classifica generale per nazioni, alle spalle della sola Polonia, padrona di casa (a completare il podio la Repubblica Ceca).

Il contributo degli atleti Piemontesi alla manifestazione è stato determinante al successo azzurro, in virtù dell’oro e dei tre argenti conquistati.

Federico Gherzi, impegnato nella specialità del singolo Pesi Leggeri che solo una settimana prima lo aveva visto conquistare il quarto posto ai Mondiali, si è preso una bellissima rivincita, conquistando la medaglia d’oro, imponendosi con grande autorevolezza sull’agguerrita concorrenza (Polonia ed Ungheria in primis).

Sorte simile per Kiri English Hawke: quarta nel quattro di coppia ai Mondiali della settimana precedente, a Poznan è salita in barca con Benedetta Bellio, Stefania Gobbi e Cecilia Bellati, conquistando, a capovoga del quattro senza il secondo posto, alle spalle della Germania ed a precedere la Gran Bretagna.

Pietro Cappelli (Cerea), Emanuele Giacosa (Cerea) ed Alberto Di Seyssel (Armida) hanno unito le loro forze a Poznan, salendo a bordo del quattro senza Pesi Leggeri insieme a Giovanni Ficarra, chiudendo una combattutissima finale al secondo posto, di un soffio alle spalle della Polonia, davanti ai nostri cugini transalpini (Francia), terzi classificati.

Luca Lovisolo (Cerea), è sceso infine in acqua cimentandosi nella specialità del quattro senza, in barca con Davide Mumolo, Stefano Morganti e Jacopo Mancini: anche in questo caso finale combattutissima, con l’armo azzurro che ha tenuto sempre il contatto del podio, scalzando negli ultimi 500 metri la Polonia dal secondo posto, chiudendo alle spalle dell’armo inglese (Polonia terza).

Archiviati i Mondiali Universitari, lo spettacolo azzurro continua: mercoledì 7 Settembre inizieranno i Giochi Paralimpici di Rio, che dal 9 all’11 Settembre vedranno disputarsi le gare dedicate alla disciplina del remo.

 

FORZA ITALIA!

 

ALESSANDRO POLATO

Torna in alto