Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Pararowing 2017 - Comunicato Stampa Armida e Risultati

Pararowing 2017 - Comunicato Stampa Armida e Risultati

Pubblichiamo il comunicato stampa dell’Ufficio Stampa della Canottieri Armida e si allegano risultati.

“12° ROWING FOR TOKYO – PARALYMPIC GAMES 2020

Grande successo per la regata internazionale targata Armida: 200 atleti per un'edizione da record

Si è conclusa domenica 22 la 12° edizione della Rowing for Tokyo –Paralympic Games 2020, regata internazionale di Para-Rowing organizzata dalla Società Canottieri Armida in collaborazione con il Comitato Paralimpico Piemonte, la Federazione Italiana Canottaggio Piemonte e Special Olympics Italia. Un ringraziamento particolare va al Presidente Gian Luigi Favero, a tutti i soci, tecnici, atleti, famiglie, volontari e collaboratori che hanno contribuito in maniera determinante alla perfetta riuscita della manifestazione. Quella del 2017 è stata un'edizione di grande successo, una grande festa in cui sono stati celebrati i valori più profondi dello sport, oltre la competizione e l'agonismo: amicizia, fratellanza, reciprocità, incontro con le diversità, passione... La partecipazione è stata altissima, con quasi 150 atleti di 14 società provenienti da tutta Italia, spalmati sui due giorni di regata; grazie agli eventi Rowing for All della Federazione Italiana Canottaggio e Iron Mind della Marco Berry Onlus – Magic for Children (entrambi supportati dalla Fondazione Vodafone Italia attraverso la piattaforma OSO – Ogni Sport Oltre), ospitati dall'Armida, questo numero è salito a quasi 200 unità. Come dimostrato dalla nostra regata, il canottaggio è uno sport inclusivo che può essere praticato da persone con disabilità intellettivo/relazionale, sensoriale e fisico/motoria. Per quanto riguarda le gare, gli atleti iscritti alla Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 si sono affrontati nelle categorie Special Olympics (4 GIG – 250 metri), Indoor al remoergometro (1' e 2' Femminile, 1' e 2' Maschile, Staffetta 4x1') e Para-Rowing (4+ PR3 Misto, 1x PR1 Maschile e Femminile, 4 GIG PR3 ID Misto, 4+ PR3 ID Misto - 1000 metri). In chiusura di manifestazione sono scesi sul Po gli equipaggi delle gare promozionali 2x PR3 e 8+ MISTO (500 metri), tra cui l'8+ Open Mind Armida, primo equipaggio interamente composto da atleti con disabilità intellettivo/relazionale a gareggiare contro atleti normodotati in regate internazionali. Il Trofeo “Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020”, assegnato alla società che ha ottenuto il punteggio maggiore nelle gare Para-Rowing, è andato alla Canottieri Gavirate, mentre il Trofeo “Rotaract Torino Europea – Distretto 2031” è stato assegnato alla Telimar Palermo come società proveniente da più lontano 

Le dichiarazioni dei protagonisti

Gian Luigi FAVERO (Presidente Società Canottieri Armida):

L'edizione 2017 della Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 è stata da record: dodici anni fa siamo partiti in 4, ora siamo in 200, un altro mondo! Questo successo è da condividere con tutti quelli che hanno creduto in questa manifestazione; devo ringraziare, in modo particolare, la Federazione Italiana Canottaggio e la Fondazione Vodafone per credere in questo sport. Sono particolarmente contento, inoltre, perché i ragazzi coinvolti e i loro genitori si sono divertiti, ritrovandosi per un paio di giorni in un ambiente che li ha visti protagonisti assoluti. A livello organizzativo tutto è funzionato per il verso giusto ma non possiamo fermarci: preparare una manifestazione del genere richiede un anno di lavoro, da domani penseremo già all'edizione del 2018, in cui ci uniformeremo alle nuove regole internazionali del Para-Rowing che hanno aumentato le distanze da1000 a 2000 metri.

Luca AUDI (Consigliere Società Canottieri Armida – Settore Para-Rowing): È stato un weekend di grande festa: vedere 140 atleti provenienti da 14 società cimentarsi nelle varie specialità accresce la consapevolezza di aver ottenuto un grande risultato grazie all'unione di tutti. In generale torniamo a casa con grande soddisfazione, convinti più che mai del bel lavoro svolto. La cosa che ci rende più orgogliosi è, senza dubbio, vedere i ragazzi convinti di poter superare i propri limiti: non cerchiamo di nascondere le disabilità ma di stimolarli a dare il massimo, alzando sempre l'asticella; molto importante anche la presenza dei progetti Rowing for All e Iron Mind, che hanno dimostrato come il canottaggio sia uno sport aperto a tutti, senza distinzioni di età o condizione.

Francesca GRILLI (Responsabile Tecnico – Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020): Tutto è andato magnificamente bene: è stato un weekend intenso, anche per l'accoglienza degli altri due eventi, ma la grande partecipazione ci ha ripagato di tutti gli sforzi fatti. La collaborazione tra tutti è stata ottima e ha garantito una grande fluidità; questa positività ha contribuito a instaurare un clima sereno percepito da tutti. Dal punto di vista sportivo anche le gare Special Olympics, spesso sottovalutate, hanno rivelato un grande agonismo e una grande competitività: tutto questo è stato dimostrato dalla presenza dei giudici della Federazione e da un rigido regolamento che ha dato una veste di ufficialità aqueste categorie. In generale, comunque, abbiamo felicemente riscontrato una grande amicizia tra i componenti di tutte le squadre, riuscendo a ricreare il clima di festa che si è respirato agli ultimi Campionati Italiani; mi piace sempre sottolinare, infine, l'avanguardia del settore Para-Rowing Armida nell'inclusione sportiva.”

Riccardo Iuliani

Torna in alto