Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu
Alessandro Polato

Alessandro Polato

1° Regata Regionale 2013 - Candia

  • Pubblicato in News

La 1° regata regionale 2013 di Candia avrebbe dovuto segnare un nuovo record di partecipanti, confermando il costante trend positivo che aveva preso avvio, da quando, nel 2011, il canottaggio è tornato ad animare il lago.

Il programma gare aveva fatto registrare numeri da gara nazionale: 32 società partecipanti, provenienti da Piemonte, Lombardia, Liguria e Svizzera, e 1.069 atleti gara (781 atleti fisici), a formare 557 equipaggi, spalmati su 97 gare.

Purtroppo tali numeri sono stati in parte annullati dalla nebbia, che ci ha messo lo zampino: le abbondanti piogge dei giorni scorsi, unite alla giornata serena e mite di domenica, hanno portato alla formazione di una fitta coltre di nebbia sul campo di gara, sollevatasi solo alle ore 12.

Tali condizioni hanno messo a rischio lo svolgimento della manifestazione nella sua totalità, scongiurato dal prezioso lavoro svolto dalla Giuria Gara, che, consultatasi con i rappresentanti societari, ha unanimemente concordato il ridimensionamento del programma gare, annullando, a cuor tutt’altro che leggero, lo svolgimento delle regate dedicate alle categorie giovanili (Allievi e Cadetti) e Master.

Una volta preso avvio, le restanti regate si sono svolte nel migliore dei modi, ed hanno offerto grande spettacolo al nutrito pubblico presente, permettendo ai tecnici di testare, per la prima volta nel corso della stagione, la preparazione e le performances degli equipaggi sulle distanze di gara regolamentari, a 4 settimane dal primo Meeting Nazionale di Piediluco.

Nel settore Ragazzi, ben figurano Francesco Perona (Armida) e Riccardo Peretti (Lago D’Orta), vincitori delle rispettive finali del singolo; Micol Fabbrucci (Armida) e Francesca Mino (Caprera), dominano agevolmente il doppio, confermandosi un equipaggio molto interessante.

La Sisport Fiat si aggiudica l’oro nel quattro di coppia, grazie alla vittoria di misura di Luca Lombritto, Federico Cappa, Alexandre Lingurariu e Giulio Cardella.

In campo Juniores ottima prestazione di Alberto di Seyssel, vincitore della propria finale nel singolo e del doppio con il compagno Francesco Perona; nell’altra finale del singolo Lorenzo Galano figura altrettanto bene, mettendo in fila l’agguerrita concorrenza.

Nel doppio da segnalare anche il bronzo di Simone Congiu e Gregorio Zaneboni (Lago D’Orta, a soli 2.7 secondi dall’equipaggio primo classificato) e del misto Esperia/Cus Torino di Lorenzo Galano ed Eugenio Zabolotnii, secondi classificati nell’altra finale.

Luca Lovisolo e Vittorio Serralunga vanno forte anche nella specialità del due senza, dove conquistano l’oro; la Sisport Fiat vince il quattro di coppia femminile con Ludovica Crivellaro, Nicole El Haddad, Eleonora Bianca e Chiara Gilli, mentre, in campo maschile, Simone Congiu, Filippo Alberganti, Giulio Maulini e Gregorio Zaneboni (Lago D’Orta) mancano l’oro di un soffio, giungendo secondi.

In campo Pesi Leggeri/Senior, buone prestazioni infine per Caprera, Esperia, Sisport e Cus Torino.

Alin Zaharia (Caprera) si aggiudica il singolo senior con buon margine su Simone Corazza (Corgeno), mentre Federico Gherzi (Esperia) conquista l’argento nel singolo pesi leggeri, alle spalle di Paolo Ghidini (Sebino).

Cristina Rasario e Camilla Noè si aggiudicano il doppio senior femminile, mentre la Sisport si aggiudica l’oro nelle specialità del 4 di coppia (Edoardo Bianca, Jacopo Palma, Enrico Perino, Umberto Demagistris) e dell’otto senior maschili (Edoardo Bianca, Jacopo Palma, Umberto Demagistris, Enrico Perino, Francesco Saluta, Roberto Zeppegno, Michele Quaranta, Garrone Nicolò, tim. Alberto Monorchio).

Per le società si prospetta adesso un mese di lavoro intenso, in preparazione del primo appuntamento nazionale di Piediluco del prossimo 6-7 Aprile.

8° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa

  • Pubblicato in News

8 memorial villaEra uno dei grandi favoriti della vigilia, e non ha deluso le attese: il bicampione del mondo del singolo, il danese Henrik Stephansen, ha vinto l’ottava edizione dell’Italian Sculling Challenge. Dopo una giornata iniziata con la nebbia, che ha causato dei ritardi nella partenza delle gare giovanili, provocando anche il posticipo di circa 25′ della competizione principale, l’evento dedicato a don Angelo si è trasformato in una festa del canottaggio, con l’arrivo di uno splendido sole che ha illuminato come poche altre volte il Lago d’Orta e le fatiche di tutti gli atleti impegnati nella competizione cusiana.

In campo maschile Stephansen ha fatto valere la condizione già ottima – poco tempo fa ha stabilito il nuovo record del mondo di remoergometro pl sulla distanza dei 2.000 m con 5’56″7 – e, complice l’assenza di Iztok Čop che ha rinunciato a partecipare a causa di una condizione non ottimale, ha vinto all’esordio nelle acque del Lago d’Orta chiudendo in 24’14″8. Il campione danese si è portato ben presto in testa e per gli inseguitori non c’è stato nulla da fare: dietro di lui si sono piazzati rispettivamente lo svizzero Michael Schmid, a meno di 8″, ed Elia Luini, che si trova sempre a suo agio sul Lago d’Orta e raramente fallisce l’appuntamento con il podio. 5° posto, primo degli italiani, per Stefano Basalini, atleta e organizzatore; 10° l’altro atleta di casa, Jiri Vlcek.

Podio tutto straniero, come da pronostico, in campo femminile: l’olandese Femke Dekker ha battuto la campionessa olimpica del doppio pesi leggeri Sophie Hosking e la connazionale Jenny Van Dobben De Bruiyn. Dopo l’oro olimpico la Hosking si è presa un periodo di riposo, ma la classe non è acqua e la britannica ha saputo tener testa, almeno in parte, alla fortissima Dekker.

Nel corso della giornata è stata inoltre svelata la targa che intitola a don Angelo Villa l’approdo in regione Bagnera, dove si svolge abitualmente il Memorial.

A conclusione delle gare è stata espressa soddisfazione da parte sia del Presidente della Canottieri Lago d’Orta, Antonio Soia, sia del Presidente Federale Giuseppe Abbagnale, legato a don Angelo da un forte affetto, che per la prima volta ha assistito all’evento.

CANOTTIERI LAGO D'ORTA

2° Regata Gran Fondo 2013 & 30° D'Inverno sul Po

  • Pubblicato in News

Il fascino di Torino ed un sole splendente sono la cornice ideale per un week-end di gare di alto profilo soprattutto se stiamo parlando della “D’inverno sul Po”,  classico appuntamento invernale giunto alla sua 30^ Edizione ed organizzato dalla Società Canottieri Esperia. 1900 gli iscritti, record assoluto della manifestazione per il successo della quale collaborano ogni anno tutte le società rivierasche. Edizione particolare quella di quest’anno, svolta nel ricordo di Carlo Alberto Zabert, socio della Canottieri Armida e appassionato canottiere, scomparso lunedì proprio sul fiume che tanto ha amato.

Sabato start alle 12.00 per singoli, doppi e due senza con partenza all’Idrovora e arrivo di fronte all’Esperia.  La Cerea ha festeggiato la vittoria dei 2x: quello Senior di Luca Lovisolo e Guido Gravina e quello junior di Vittorio Serralunga in coppia con Niccolò Pagani della Tevere Remo. Non hanno deluso nemmeno Alberto di Seyssel e Francesco Perona dell’Armida, vincitori, rispettivamente, del singolo junior e ragazzi. Ottima anche la prestazione delle donne del Cus: primo posto per Greta Masserano nel 2x Senior con Giorgia Lo Bue della Canottieri Palermo e anche per Cristina Rasario nel singolo Senior.

Nelle categorie giovanili invece ricordiamo la tripletta dell’Armida grazie a Carola Fornara e Letizia Tontodonati nel 2x cadette, Sara Verhovez nel singolo 7,20 Allieve C e Emile Sassi nel singolo 7,20 Allieve B1. Vittorie anche per Larisa Seserman e Lucrezia Baudino(Candia) nel 2x Allieve B2, Lorenzo Nicosia e Pietro Ponzone(Cerea) nel doppio Allievi B1, Alberto Zamariola(Caprera) nel singolo 7,20 Allievi C, Elena Bertero e Mortarino Beatrice(Fiat) nel 2x Allieve C e Filippo Zoppi, Roberto Balestra, Matteo Damasio e Roberto Trivellone(Amici del Fiume) nel 4x Allievi C.

Domenica sono scesi in acqua i quattro di coppia e gli otto. Vittoria quasi scontata per l’8+ misto di Guido Gravina, Matteo Pinca(Forestale), Stefano Oppo(Firenze), Giorgio Tuccinardi(Forestale), Edouard Jonville e Augustin Mouterde(Grenoblois), Luca Motta e Stefano Provera(Amida) e il tim. Filippo Bregolin. Successo anche per l’8+ junior della Nazionale Italiana, Campione del Mondo in Carica, con a bordo tre torinesi: Luca Lovisolo, Alberto di Seyssel e Vittorio Serralunga. Successo anche per il 4x Senior femminile del Fiat di Palma, Carlotta Zuanon, Laura Morone e Sara Magnaghi(Moltrasio).

Successo anche per il 4x Cadette misto di Letizia Tontodonati, Carola Fornara, Marta Vallerani(Armida) e Diletta Diverio(Cus).

Ma le regate sulla lunga distanza non sono ancora terminate: sabato 3 Marzo si terrà sul Lago d’Orta l’8^ Edizione del prestigioso Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa. Una settimana dopo, invece, aprirà ufficialmente i battenti a Candia la stagione su distanza olimpica con la Prima Regata Regionale.

1° Regata Gran Fondo 2013 - Pisa

  • Pubblicato in News

La Navicelli Rowing Marathon di Pisa ha aperto ieri le danze del Circuito di Fondo con la I Regata Nazionale della stagione.

Come da qualche anno, la partecipazione alla gara è stata nutritissima come consistente e prolifica è stata la spedizione piemontese.

Ottimo esordio di 2013 per Guido Gravina del Cerea che assieme a Matteo Pinca, Marcello Miani e Giorgio Tuccinardi della Forestale ha dominato la gara del 4- Senior.

La vittoria è arrivata anche per l’inedito doppio junior di Luca Lovisolo della Cerea e Alberto Di Seyssel dell’Armida, questa volta prestati alla vogata di coppia.

Ma non sono solo le vittorie a far sorridere i tecnici di Torino.

I fiattini Francesco Pegoraro e Jacopo Palma hanno sfilato la medaglia d’argento al compagno Edoardo Bianca in coppia con Federico Gherzi dell’Esperia nella difficile gara del 2x Senior.

Per il Fiat da ricordare anche gli argenti del 2x Senior di Gaia Palma e Carlotta Zuanon nonché del 4- junior di Ludovica Crivellaro, Chiara Gilli, Nicole El Haddad e Eleonora Bianca che ha preceduto di una posizione il misto Armida-Cus di Andrea Jorio Fili, Marzia Mazzucco, Elisabetta Gagliarducci e Maddalena Fichitiu.

Pisa passa così il testimone a Torino dove il 10 febbraio prenderà luogo la classica “D’Inverno sul Po” valida come II Regata Nazionale di Fondo.