Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu
Andrea Canata

Andrea Canata

24° Festival dei Giovani & 27° Universiade

  • Pubblicato in News

Il week-end appena concluso è stato segnato da due eventi di primissimo livello per il canottaggio nazionale. A Ravenna si è tenuta la 24° Edizione del Festival dei Giovani, l’evento più importante dell’anno per il remo giovanile mentre nella russa Kazan la squadra azzurra ha partecipato all’Universiade Estiva. In entrambe le manifestazioni gli atleti piemontesi hanno ben figurato, chi raggiungendo i risultati sperati e chi no ma comunque lottando con valore per onorare al meglio la propria bandiera. Ma andiamo con ordine.

1492 atleti iscritti, 2176 equipaggi per un totale di 2863 atleti gara. È questa la consistenza del Festival, l’appuntamento remiero clou della stagione dei più piccoli, che arriva dopo la disputa di ben sei eventi nazionali dedicati agli Allievi e Cadetti, atleti con un’età compresa tra i 10 e i 14 anni. A questi numeri vanno aggiunti gli atleti che rappresentano i dieci Comitati iscritti alle gare riservate alle Rappresentative Regionali: 253 atleti per 52 equipaggi. Può ritenersi soddisfatta la squadra del Fiat che ha raggiunto l’8^ posizione nella classifica nazionale delle Società. I giovani canottieri in generale si sono ben comportati ed hanno portato a casa ben 10 vittorie. L’Armida festeggia i successi di Paolo Trojan nel singolo 7,20 Allievi C, di Leone Amici in coppia con Leon Radice della Cerea nel doppio 7,20 Allievi B1 e di Giuseppe Barbagiovanni, prima in 7,20 e poi in doppio Allievi B1 assieme a Emile Sassi. Marta De Cesare ha regalato una vittoria al Fiat nel singolo 7,20 Cadette mentre gli Amici del Fiume hanno registrato la doppietta con le prime posizioni di Roberto Balestra nel singolo 7,20 Allievi C e di Anil Canestrelli nel singolo 7,20 Cadetti. Vittorie anche per Diletta Diverio del Cus Torino nel singolo Cadette e Luna Bartolin del Lago d’Orta nel singolo 7,20 Allieve B2. Importante ricordare, infine, la medaglia d’oro di un equipaggio piemontese nelle gare riservate alle rappresentative regionali: il nostro quattro di coppia cadetti formato da Arianna Carpino del Cus Torino, Diletta Zanin e Marta de Cesare del Fiat e Silvia Crosio degli Amici del Fiume si è imposto davanti alla formazione ligure ed a quella lombarda.

Image00071E’ la 27^ Universiade. Il primo evento multisportivo di alto profilo nella storia della Russia moderna, mentre per il canottaggio è la quarta presenza nel programma dell’ “olimpiade universitaria” dopo le edizioni di Zagabria 1987, Duisburg 1989 e di Buffalo 1993. La nazionale universitaria, formata da 22 atleti (7 donne e 15 uomini), è stata accompagnata dal Capo Settore Paolo Dinardo e dai collaboratori Francesco Esposito e Vittorio Scrocchi. Con l’Italia hanno partecipato all’evento altre 38 Nazioni che si sono contese le 13 medaglie d’oro in palio nelle altrettante specialità (8 negli uomini e 5 nelle donne). L’Italia ha presentato nove equipaggi: 6 maschili e 3 femminili. A rappresentare la croce sabauda anche due atleti torinesi, entrambi provenienti dalla scuola Fiat. Laura Basadonna, studentessa presso la Clemson University in South Carolina, ha gareggiato in 4 senza assieme a Cecilia Bellati(Sile Treviso), Benedetta Bellio (Murcarolo) e Sabrida Noseda (Lario). Le ragazze, terze in batteria, grazie alla seconda piazza nel recupero hanno conquistato l’accesso alla finale, gara terminata in quinta posizione. Si sono messe di mezzo un po’ di ingenuità e di sfortuna nell’Universiade del due senza di Jacopo Palma(Fiat) e Fabrizio Gabriele(Fiamme Oro): la terza posizione della batteria li ha infatti costretti al recupero dopo il quale, nonostante la prima posizione, la loro barca è stata squalificata essendo risultata sotto peso di 60 grammi. I due atleti hanno comunque disputato onorevolmente la finale B, dominando la gara dalla partenza all’arrivo e incrementando il vantaggio sino all’ultima palata, nonostante la grande delusione per la severa squalifica.palma e gabriele

La stagione, però, è tutt’altro che finita. Inizia ora una serie di imperdibili appuntamenti internazionali, a partire da questo venerdì a Lucerna con la III Prova di Coppa del Mondo che, data la competitività degli equipaggi iscritti, può essere tranquillamente considerata come l’anteprima del Mondiale, in programma ad agosto in Corea. I nostri Guido Gravina(Cerea) e Giorgio Tuccinardi(Forestale) saranno impegnati nella delicatissima gara del quattro senza pesi leggeri mentre Gaia Palma(Fiat) correrà a bordo del quattro di coppia senior.

ANDREA CANATA

(nelle foto: il quattro di coppia regionale di Arianna Carpino, Marta De Cesare, Diletta Zanin e Silvia Crosio ed il due senza azzurro di Fabrizio Gabriele e Jacopo Palma)

Campionati Europei Juniores e Campionati Italiani Pesi Leggeri ed Esordienti

  • Pubblicato in News

Due importanti eventi hanno caratterizzato il week-end appena trascorso dagli atleti piemontesi.

A Mantova si sono infatti svolti i Campionati Italiani Pesi Leggeri ed Esordienti. Buoni i risultati portati a casa dal Fiat: Carlotta Zuanon ha vinto il titolo italiano nella specialità del singolo esordienti mentre Michele Quaranta, Edoardo Bianca, Francesco Pegoraro ed Umberto Demagistris hanno conquistato la medaglia di bronzo nel quattro di coppia pesi leggeri, gara nella quale il titolo è stato archiviato dai due piemontesi in forza alla Forestale, Giorgio Tuccinardi e Stefano Basalini, assieme a Daniele Danesin e Francesco Rigon.

Soddisfacente anche la prestazione di Camilla Noè e Greta Masserano del Cus Torino, terze classificate nel due senza pesi leggeri.

Nel frattempo a Minsk, in Bielorussia, due nostri ragazzi scrivevano un’importante pagina di storia del canottaggio piemontese. Luca Lovisolo del Cerea ed Alberto Di Seyssel dell’Armida un anno fa a Bled saltavano sul gradino più alto del podio per la vittoria del titolo Europeo, Luca in otto ed Alberto in quattro senza. Domenica li abbiamo visti nuovamente gioire, assieme questa volta, vestiti dal tricolore e cantando a squarciagola sulle note di Mameli. Sul podio hanno saltato assieme a Lorenzo Pietra Caprina del Firenze e Giovanni Abagnale dello Stabia: un quattro senza irresistibile, protagonista di una finale spettacolare, vinta a metà gara dopo aver reso vane le speranze dell’equipaggio polacco.

In gara a Minsk c’era anche il cereale Vittorio Serralunga, terzo carrello dell’8+ che ha terminato l’Europeo in quarta posizione.

L’obiettivo ora è Trakai, in Lituania, dove ad agosto si terranno i Campionati Mondiali. Ma se l’inizio è questo c’è da ben sperare.

Due settimane di preparazione ora aspettano i nostri atleti in vista dei Campionati Italiani Under 23 e Ragazzi, in programma a Varese l’8 ed il 9 giugno, manifestazione che vedrà impegnate certamente quasi tutte le nostre società.