Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu
Riccardo Iuliani

Riccardo Iuliani

Avvisi - Silver Skiff - Gran Fondo di Varese

  • Pubblicato in News

Silver Skiff

Attenzione: possibile anticipo prima partenza.

Visto l’alto numero di partecipanti, il comitato organizzatore inoltrerà la richiesta di partenza anticipata alle 9,30 al Presidente di Giuria.

In ogni caso, in sede di accreditamento la segreteria della regata avviserà tutti i partecipanti.

 

 

Regata Gran Fondo Varese

Attenzione: Recupero Gara di Fondo del 19/11/2017

Si comunica che a seguito della proposta presentata dalla Società Canottieri Varese per l’organizzazione di recupero della Regata Nazionale di Gran Fondo del 05/11/2017, annullata per le avverse condizioni meteorologiche, la FIC, in data odierna, ha autorizzato lo svolgimento della manifestazione in argomento nella giornata di Domenica 19 novembre 2017 Varese - Schiranna.

 

Riccardo Iuliani

L'ammiraglia Open Mind Armida alla Eights on Sava di Zagabria

  • Pubblicato in News

Gli atleti del team 8+ Open Mind Armida continuano il tour europeo del circuito Capital Cup. L'equipaggio Armida, accompagnato dal Consigliere Armida, responsabile del settore pararowing, Luca Audi e dai tecnici Filippo Cardellino e Leonardo Zanin è partito all’alba per partecipare alla Eights on Sava, in programma sabato 4 novembre a Zagabria (Croazia).

Il team, che solcherà le acque della Sava, sarà formato da Andrea Appendino, Matteo Bianchi, Matteo Bongiovanni, Francesco Faiella, Giovanni Rastrelli, Alessandro Rossi, Riccardo Scappatura e Lorenzo Sforza.

L’equipaggio Armida è il primo equipaggio composto da persone con disabilità intellettivo/relazionale a partecipare, in assoluto, a gare di livello internazionale dove si affrontano atleti normodotati. Per il team, inserito nella categoria Open, si tratta della terza partecipazione alla Capital Cup, dopo Vienna e Budapest.

Il team 8+ Open Mind è stato creato nel 2015 dopo quindici anni di lavoro nel settore para-rowing, in cui la Società Canottieri Armida è all'avanguardia, sia a livello nazionale che internazionale, soprattutto grazie al lavoro del Tecnico Cristina Ansaldi e del suo staff.

Dal punto di vista sportivo, questa partecipazione rappresenta un ulteriore passo in avanti verso un pieno riconoscimento internazionale delle loro potenzialità come atleti di spessore e, dal punto di vista umano, l'occasione giusta per acquisire una maggiore autonomia.

I complimenti ricevuti dal Presidente della FISA Jean-Christophe Rolland dopo la gara di Budapest, e la pubblicazione sulla pagina Facebook  FISA ( https://www.facebook.com/WorldParaRowing/ ) delle foto della Regata Rowing for Tokio, appena svolta a Torino acquisiscono un significato ancora più importante.

Riccardo Iuliani

Silver Skiff 2017 - Quasi over booking

  • Pubblicato in News

Silver Skiff quasi over booking!

Gli iscritti, da 26 paesi del mondo, sono già a quota 557.

Per rendere la regata straordinaria e unica, il comitato organizzatore ha deciso, come da bando, di chiudere le iscrizioni a 600. Ultimi giorni o forse ultime ore!

Restano aperte invece le iscrizioni al Kinder Skiff. 

 

In allegato Comunicato Silver Skiff

 

Riccardo Iuliani

Pararowing 2017 - Comunicato Stampa Armida e Risultati

  • Pubblicato in News

Pubblichiamo il comunicato stampa dell’Ufficio Stampa della Canottieri Armida e si allegano risultati.

“12° ROWING FOR TOKYO – PARALYMPIC GAMES 2020

Grande successo per la regata internazionale targata Armida: 200 atleti per un'edizione da record

Si è conclusa domenica 22 la 12° edizione della Rowing for Tokyo –Paralympic Games 2020, regata internazionale di Para-Rowing organizzata dalla Società Canottieri Armida in collaborazione con il Comitato Paralimpico Piemonte, la Federazione Italiana Canottaggio Piemonte e Special Olympics Italia. Un ringraziamento particolare va al Presidente Gian Luigi Favero, a tutti i soci, tecnici, atleti, famiglie, volontari e collaboratori che hanno contribuito in maniera determinante alla perfetta riuscita della manifestazione. Quella del 2017 è stata un'edizione di grande successo, una grande festa in cui sono stati celebrati i valori più profondi dello sport, oltre la competizione e l'agonismo: amicizia, fratellanza, reciprocità, incontro con le diversità, passione... La partecipazione è stata altissima, con quasi 150 atleti di 14 società provenienti da tutta Italia, spalmati sui due giorni di regata; grazie agli eventi Rowing for All della Federazione Italiana Canottaggio e Iron Mind della Marco Berry Onlus – Magic for Children (entrambi supportati dalla Fondazione Vodafone Italia attraverso la piattaforma OSO – Ogni Sport Oltre), ospitati dall'Armida, questo numero è salito a quasi 200 unità. Come dimostrato dalla nostra regata, il canottaggio è uno sport inclusivo che può essere praticato da persone con disabilità intellettivo/relazionale, sensoriale e fisico/motoria. Per quanto riguarda le gare, gli atleti iscritti alla Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 si sono affrontati nelle categorie Special Olympics (4 GIG – 250 metri), Indoor al remoergometro (1' e 2' Femminile, 1' e 2' Maschile, Staffetta 4x1') e Para-Rowing (4+ PR3 Misto, 1x PR1 Maschile e Femminile, 4 GIG PR3 ID Misto, 4+ PR3 ID Misto - 1000 metri). In chiusura di manifestazione sono scesi sul Po gli equipaggi delle gare promozionali 2x PR3 e 8+ MISTO (500 metri), tra cui l'8+ Open Mind Armida, primo equipaggio interamente composto da atleti con disabilità intellettivo/relazionale a gareggiare contro atleti normodotati in regate internazionali. Il Trofeo “Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020”, assegnato alla società che ha ottenuto il punteggio maggiore nelle gare Para-Rowing, è andato alla Canottieri Gavirate, mentre il Trofeo “Rotaract Torino Europea – Distretto 2031” è stato assegnato alla Telimar Palermo come società proveniente da più lontano 

Le dichiarazioni dei protagonisti

Gian Luigi FAVERO (Presidente Società Canottieri Armida):

L'edizione 2017 della Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 è stata da record: dodici anni fa siamo partiti in 4, ora siamo in 200, un altro mondo! Questo successo è da condividere con tutti quelli che hanno creduto in questa manifestazione; devo ringraziare, in modo particolare, la Federazione Italiana Canottaggio e la Fondazione Vodafone per credere in questo sport. Sono particolarmente contento, inoltre, perché i ragazzi coinvolti e i loro genitori si sono divertiti, ritrovandosi per un paio di giorni in un ambiente che li ha visti protagonisti assoluti. A livello organizzativo tutto è funzionato per il verso giusto ma non possiamo fermarci: preparare una manifestazione del genere richiede un anno di lavoro, da domani penseremo già all'edizione del 2018, in cui ci uniformeremo alle nuove regole internazionali del Para-Rowing che hanno aumentato le distanze da1000 a 2000 metri.

Luca AUDI (Consigliere Società Canottieri Armida – Settore Para-Rowing): È stato un weekend di grande festa: vedere 140 atleti provenienti da 14 società cimentarsi nelle varie specialità accresce la consapevolezza di aver ottenuto un grande risultato grazie all'unione di tutti. In generale torniamo a casa con grande soddisfazione, convinti più che mai del bel lavoro svolto. La cosa che ci rende più orgogliosi è, senza dubbio, vedere i ragazzi convinti di poter superare i propri limiti: non cerchiamo di nascondere le disabilità ma di stimolarli a dare il massimo, alzando sempre l'asticella; molto importante anche la presenza dei progetti Rowing for All e Iron Mind, che hanno dimostrato come il canottaggio sia uno sport aperto a tutti, senza distinzioni di età o condizione.

Francesca GRILLI (Responsabile Tecnico – Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020): Tutto è andato magnificamente bene: è stato un weekend intenso, anche per l'accoglienza degli altri due eventi, ma la grande partecipazione ci ha ripagato di tutti gli sforzi fatti. La collaborazione tra tutti è stata ottima e ha garantito una grande fluidità; questa positività ha contribuito a instaurare un clima sereno percepito da tutti. Dal punto di vista sportivo anche le gare Special Olympics, spesso sottovalutate, hanno rivelato un grande agonismo e una grande competitività: tutto questo è stato dimostrato dalla presenza dei giudici della Federazione e da un rigido regolamento che ha dato una veste di ufficialità aqueste categorie. In generale, comunque, abbiamo felicemente riscontrato una grande amicizia tra i componenti di tutte le squadre, riuscendo a ricreare il clima di festa che si è respirato agli ultimi Campionati Italiani; mi piace sempre sottolinare, infine, l'avanguardia del settore Para-Rowing Armida nell'inclusione sportiva.”

Riccardo Iuliani