Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Conferenza Allenatori - Terni

  • Pubblicato in News

Oltre 260 allenatori in rappresentanza di un centinaio di società italiane si sono dati appuntamento nel corso del week-end a Terni per la prima Conferenza Nazionale Allenatori del quadriennio 2017-2020, sesto appuntamento dell’inizio della Presidenza Giuseppe Abbagnale.

Circa un ventina i tecnici piemontesi presenti, in rappresentanza di tutti i sodalizi, per un programma ricco e dettagliato, il quale, suddiviso su due giorni (sabato pomeriggio e domenica mattina) ha visto succedersi gli interventi di ben 10 relatori.

Il pomeriggio del sabato, aperto dal saluto del Presidente Abbagnale, ha visto intervenire per primo il professor Paolo Benini, docente dell'Università di Siena, esperto di gestione delle performances sotto pressione.

Il professor Benini ha illustrato come la mente può limitare le prestazioni di un atleta ed ha fornito alcuni elementi utili ai tecnici per innalzare il limite della massima prestazione sportiva raggiungibile, rapportandosi ed affrontando le difficoltà in modo più efficiente, accrescendo la propria resilienza.

Terminato l’intervento del professor Benini la parola è passata al dottor Francesco Leonelli, Coordinatore Nazionale DCO - FMSI, che ha trattato il tema del doping.

Il dottor Leonelli ha illustrato i sistemi di rilevamento e controllo del doping in ed out competition, pianificati ed a sorpresa, sensibilizzando i tecnici a rafforzare il controllo dei propri atleti durante l’assunzione di farmaci per finalità medicali che possono avere una componente dopante, cosa che avviene spesso in maniera non consapevole e può portare ai medesimi livelli di squalifica derivanti dell’assunzione consapevole di farmaci dopanti.

Sono stati poi spiegati i metodi di selezione degli atleti per i controlli, le provette analizzate, il sistema di prelievo del sangue, diritti e doveri degli atleti nel momento del sorteggio.

Il dottor Leonelli ha poi lasciato la parola al professor Andro Ferrari, Responsabile del Progetto Talenti 2020, che ha trattato una serie di strategie vincenti nel canottaggio giovanile: particolare enfasi è stata posta alla necessità di attuare nei giovani una strategia di avvicinamento dolce e graduale allo sport, alternando, nei primi anni, più esperienze motorie al fine di accrescere la consapevolezza dell’atleta verso la sua naturale propensione sportiva e permettendogli di accrescere il proprio bagaglio coordinativo.

Terminato l’intervento del dottor Leonelli la parola è passata al Capo Allenatore Junior Maschile e Coordinatore dell’Area Formazione Valter Molea, che ha esposto gli elementi salienti trattati durante la FISA Coaches Conference 2017 svoltasi a Vancouver (Canada) 26 al 28 gennaio 2017.

Molea ha illustrato l’iter seguito dalla FISA che ha portato all'esclusione del quattro senza pesi leggeri e all'inserimento del quattro senza senior femminile nel programma olimpico, motivato dal raggiungimento della parità fra uomini e donne.

Molea ha inoltre condiviso le testimonianze di alcuni degli allenatori più vincenti a livello mondiale intervenuti nel corso della conferenza, quali Jurgen Grobler (Gran Bretagna) e Nikola Bralic (Croazia), allenatore dei fratelli Sinkovic.

Terminato l'intervento di Valter Molea, la parola è passata ad Eros Goretti, ex DT della nazionale Messicana ed attuale DT della nazionale Ungherese, il quale, nel ringraziare la FIC per avergli offerto l'opportunità di portare la sua testimonianza relativamente le esperienze maturate alla guida di tali squadre, ha illustrato il know-how acquisito e le differenze rispetto al nostro paese.

Terminato l’intervento di Eros Goretti, la prima giornata si è chiusa con la premiazione degli associati Anac (Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio) per i successi conseguiti nel corso della stagione 2016; fra i tecnici premiati Valter Molea (Fiamme Oro) per la vittoria di Alberto Di Seyssel (Armida) al mondiale under 23 nel 4 senza PL, Vittorio Altobelli (CS Carabinieri, ex Forestale) per la vittoria di Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo al mondiale under 23 nel 4 senza PL e Roberto Romanini (Esperia) per la vittoria di Federico Gherzi (Esperia) nel singolo PL ai mondiali universitari.

La mattinata di domenica si è aperta con la presentazione del progetto Fit Row a cura degli ex atleti azzurri Pasquale Panzarino e Riccardo Dei Rossi; il progetto è finalizzato a creare un sistema fitness riconosciuto che riproduca “a secco” i benefici del canottaggio all’interno delle palestre, al pari di programmi affermati quali il Cross Fit e simili, supportato anche da ex atleti professionisti del remo italiano.

Dopo la tematica Fit Row, la parola è passata al professor Valter Borellini, che ha trattato il rapporto allenatore atleta in età giovanile, fondamentale per sviluppare caratteristiche positive quali la capacità di affrontare e superare le difficoltà, la consapevolezza delle proprie possibilità, l'autonomia, la motivazione, il successo, la capacità di collaborare con gli altri.

Borellini ha poi lasciato la parola al professor Antonio Urso, Coordinatore scientifico della scuola nazionale Istituto di Medicina e Scuola dello Sport, che ha trattato la tematica delle neuroscienze applicate al campo dello sport, esplicando il processo di sviluppo neuronale dei giovani, l’impatto negativo delle attitudini di vita contemporanee su tali processi, l’importanza di un’ampia pratica sportiva si dai primi anni per i corretti processi di apprendimento e l’importanza ormai confermata di affiancare (nelle modalità corrette) l’allenamento pesistico alla pratica sportiva anche nei più giovani.

Terminato l’intervento, la parola è infine andata al Direttore Tecnico Franco Cattaneo, che, in due riprese, ha sviluppato un intervento molto dettagliato ed approfondito, il quale, attraverso il supporto di dati puntuali, filmati e spezzoni delle più recenti ricerche a livello internazionale ha tracciato un bilancio sullo stato del canottaggio italiano a livello giovanile, femminile, maschile e fornito utili spunti e linee guida per il proseguo dei lavori da parte degli allenatori all’interno delle società.

Molto positive le impressioni dei tecnici piemontesi interpellati, che hanno apprezzato la qualità dei contenuti e dei supporti messi a disposizione.

ALESSANDRO POLATO

Leggi tutto...

Raccolta fondi Amici del Fiume

  • Pubblicato in News

Grande partecipazione alla manifestazione per raccogliere fondi destinati a ricostruire il parco barche degli Amici del Fiume, bruciate alla fine dell’anno scorso per un atto doloso. Hanno partecipato, alla gara podistica di 10 km lungo il Po al Valentino, atleti allenatori soci delle varie società remiere torinesi, il presidente del comitato regionale piemontese canottaggio Stefano Mossino con alcuni consiglieri e giudici arbitri della federazione canottaggio.

Cattura

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Premiazione atleti piemontesi 2016

  • Pubblicato in News

 

Grande festa domenica scorsa, presso la Società Canottieri Caprera. Sono stati premiati 264 atleti piemontesi distintisi per i successi conseguiti nel corso dell’anno 2016 in campo internazionale, nazionale e ai campioni regionali. Nel corso della cerimonia è stato conferito il premio in memoria di Laura Bianchi ai Giudici Arbitri Margherita Italiano e Maura Siletto, per essere state scelte dalla Commissione Direttiva Arbitrale della Federazione italiana Canottaggio, come collaboratrici alla formazione a livello nazionale.

 

Le foto al seguente link: http://www.canottaggiopiemonte.it/galleria/premiazione-atleti-2016.html

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

SPRING REGATTA 2017

  • Pubblicato in News

Aperte le iscrizioni per la prima regata regionale piemontese, la Spring Regatta 2017, prevista domenica 12 marzo al lago di Candia. La manifestazione valevole per le classifiche nazionali è aperta a tutte le Regioni italiane ed al Canton Ticino. Si confronteranno Ragazzi, Junior, Senior, Esordienti, Pararowing Allievi, Cadetti e Master

Dopo il record assoluto di iscrizioni stabilito nell'edizione 2016 (quasi 2000 unità), si preannuncia una giornata di grande sport sulle rive del lago canavesano, dove sarà possibile cimentarsi in una delle prime prove sulla distanza olimpica dell'anno.

La Canottieri Candia, in collaborazione con il Comitato Regionale Piemontese e con l'aiuto delle Società remiere Torinesi e di Casale, si prepara ad accogliere Atleti, Staff Tecnici e sostenitori che inonderanno le rive lacustri.

Le statistiche degli iscritti sono disponibili al link:  http://www.canottaggio.net/file_st_ex.php?regata=170101

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Rimozione Genna

  • Pubblicato in News

Si avvisa, come da cominicazione del Corpo di Polizia Municipale S.T.C. VIII San Salvario che il 22 ed il 23 febbraio dovrebbe concretizzarsi la rimozione del battello “Genna”; pertanto si raccomanda la necessaria prudenza da adottare nel tratto di fiume interessato ai lavori.

 

Riccardo Iuliani


 

 

 

Leggi tutto...

Premiazione atleti piemontesi distintisi nell'anno 2016

  • Pubblicato in News

Ricordiamo a tutti gli amici del remo che domenica 19 Febbraio, alle ore 11.30, presso la Società Canottieri Caprera, si terrà la premiazione degli atleti piemontesi distintisi per i successi conseguiti nel corso del 2016. Saranno ben 264 gli atleti premiati!

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

D’Inverno sul Po 2017 – Bottino di 90 medaglie per gli atleti piemontesi

  • Pubblicato in News

Gli atleti piemontesi protagonisti alla “D’Inverno sul Po” con un bottino di 90 medaglie, 51 conquistate dagli agonisti e 39 dai master.

L’Armida conquista il maggior numero medaglie: 21. Al Cerea il primato degli ori conquistati dagli agonisti (5) mentre per i master al Caprera e all’Armida il maggior numero di ori (6 ciascuna).

Prima di scendere nei dettagli è importante sottolineare la buona organizzazione della regata grazie all’impegno del Comitato Organizzatore, dei Giudici arbitri, dei Cronometristi, di tutti i circoli remieri cittadini che hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione. In particolare i Giudici arbitri, sotto l’attenta guida del Presidente di Giuria, Maura Siletto, hanno dovuto affrontare la carenza di ben sette giudici previsti ma assenti, e con il prezioso aiuto di tutti i volontari coinvolti hanno gestito l’enorme quantità di imbarcazioni senza incidenti e con professionalità. La carenza, in questo occasione eclatante, è un problema effettivo nella organizzazione delle regate e sarebbe importante, nel mondo del canottaggio piemontese, che più persone prendessero in considerazione l’idea di diventare giudice arbitro.

Novanta podi sono davvero un grande successo per le società remiere piemontesi e interessano centinaia di atleti.

Nella giornata di sabato nelle “barche corte” questi i loro nomi. Nella categoria Allievi oro per Borfiga Cloe De Luca Alice (Cerea), Nigro Baraing Tommaso Andolfi Tommaso Demaria Elena (Caprera), Incisa Giovanna Salvagiotto Emma (Armida). Giraudo Lorenzo Moussa (CUS) argento per, Cuffia Elena Sacchi Marta (Cus), Cascini Ludovico Canargiu Francesco (Esperia), Nuccio Giulia Anna (Candia 2010) Luccoli Irma (Cerea) bronzo per Barbavara Giacomo Melgara Gregorio Garbo Matteo (Esperia) Mascherin Jacopo (Cus) Nella Categoria Junior Oro per Carando Andrea Vincenti Alberto (Cerea) Mignemi Giulia Crosio Silvia ( Amici del Fiume) Argento per Danusso Umberto Tobia Gabriele (Esperia) Argento per Zamariola Alberto (Cerea) Nei Ragazzi Oro per Benazzo Achille (Cerea) Argento per Fantechi Alessandro Demaria Lorenzo (Armida) Bonesi Mario Pantarotto Alberto (Esperia) Bronzo per Barbagiovanni Giuseppe Sassi Emile (Armida) Nella Categoria Senior Oro per Galano Lorenzo (Esperia) Argento per Giacosa Emanuele Gravina Guido (Cerea), English-hawke Kiri (Cus) e bronzo per Italiano Riccardo Visentini Alessandro (Esperia) Nei Cadetti oro per Pappalettera Emilio (Armida) Lazzaretto Francesco Bergamin Emanuele (Esperia) argento per Bosio Giuliano (Amici del Fiume) Pinsone Stefano Borfiga Elia (Cerea) bronzo per Santarella Edoardo (Cus) Bucci Giulia Gaveglio Anna Bruna (Armida).

Per le "barche lunghe" alla domenica nei senior spicca il risultato del 4 senior Esperia (Gherzi Federico Galano Lorenzo Quaranta Michele Italiano Riccardo)classificatosi terzo. Purtroppo quarto, per un solo centesimo, l’otto Armida (Lanzavecchia Edoardo Benini Edoardo Cascone Antonio Gianolli Antonio Londi Lapo Menegazzo Davide Fornara Filippo Muscalu Cosmin Zoppini Riccardo) Tra le gare junior, invece, vittoria dell’otto sperimentale assemblato tra gli atleti di SC Cerea, RYC Savoia, CC Napoli, SC Firenze, SC Elpis, CC Aniene, Ilva Bagnoli e SC Esperia con a bordo Danilo Amalfitano, Gennaro Zenna (RYC Savoia), Gennaro Di Mauro (CC Napoli), Federico Dini (SC Firenze), Lorenzo Gaione (SC Elpis), Antonio Schettino (CC Aniene), Nunzio Di Colandrea (Ilva Bagnoli), Leone Radice Karoschitz (SC Cerea), Alberto Monorchio-timoniere (SC Esperia). Primo classificato nel quattro di coppia Cerea (Acernese Giulio Carando Andrea Zamariola Alberto Vincenti Alberto). Tra le donne nella gara delle ammiraglie vittoria dell’otto sperimentale misto con a bordo Khadija Alajdi El Idrissi, Letizia Tontodonati (Cus Torino), Marta Barelli (SC Tremezzina), Claudia Cabula (Sannio Bosa), Linda De Filippis (AC Monate), Greta Martinelli (SC Tremezzina), Laura Meriano (SC Garda Salò), Ottavia Ravoni (CC Aniene), Haonian Jiang-timoniera (Cus Torino) mentre in terza posizione si è piazzato il misto tra Cus Torino, SC Irno, CRV Italia (Valentina Gallo, Diletta Diverio, Martina Visintin, Gaia Colasante, Morena Perino, Veronica Bumbaca, Marialetizia Sibillo, Clara Loverso, Arianna Carpino al timone). E terzo posto per il quattro di coppia Cus (Medana Agnese Bardo Giorgia Crosio Silvia Naselli Marta) Nella categoria ragazzi un ottimo secondo posto dell’otto Armida (Sassi Emile Barbagiovanni Giuseppe Demaria Lorenzo Fantechi Alessandro Gardino Alessandro Barbero Pietro Vaccarino Luigi Rocchi Edoardo Pesce Francesco) e del quattro di coppia Cus (Scifo Paolo Luca Giachino Giovanni Rabajoli Jacopo France Gallo Giacomo) Tra i cadetti successo dell’ammiraglia del Comitato con Pappalettera Emilio Galvagno Francesco Gollin Edoardo Gollin Francesco (Armida) Bergamin Emanuele (Esperia) Bosio Giuliano (Amici del Fiume) Ciavarro Alberto Santarella Edoardo Maria (Cus) Ghiotti Niccolò –Tim(Esperia) seguita a ruota da quella del Cerea (Bardelli Francesco Borfiga Elia Garretto Federico Mosso Leandro Munzi Pietro Riccio Pietro Pinsone Stefano Zema Niccolò La Rosa Gioacchino) Tra gli Allievi Argento per il quattro di coppia Caprera (Cavallero Gabriele Pittro Leonardo Sanso' Antonio Triarico Lorenzo) e ottimo terzo posto della rappresentativa piemontese femminile (Luccoli Irma Lee Rebecca Pugno Beatrice Maraio Camilla) Ottima prestazione dell’otto pararowing Armida timonati dal pluriolimpionico Giuseppe “Peppiniello” Di Capua reduce dalla partecipazione Paraolimpica nel quattro con LTA. L’ammiraglia mista tra SC Armida e CN Stabia ha gareggiato imbarcando Andrea Appendino, Matteo Bianchi, Matteo Bongiovanni, Francesco Faiella, Umberto Renato Giacone, Giovanni Rastrelli, Alessandro Rossi, Lorenzo Sforza, Giuseppe “Peppiniello” Di Capua al timone. Primi (Lanfranco Riccardo Cupolino Lorenzo Merlo Margherita Bongiovanni Matteo Cardellino Filippo) secondi (El Laban Sarah Mastroberardino Luna Serafino Andrea Tarulli Lorenzo Grilli Francesca) e terzi (Fornaro Mario Megna Lorenzo Russo Lorenzo Casetta Marta D'emilio Francesca) gli equipaggi Armida nella Gig a quattro Come sempre anche i master piemontesi si sono dati battaglia nella due giorni torinese. Nelle rispettive categorie, nel singolo successo di Mazzuoccolo Raffaele Pellicelli Giorgio Borgialli Donatella (Armida) De sactis Luigi (Candia 2010), Rasario Cristina Varto Clara (Cus) Lama Violante Pogliani Fiorella (Caprera) argento per Gallesio Paolo Mailander Carolina Sciorelli Ilaria (Armida) Soave Vittorio (Cerea) Scaglione Donatella Mulassano Giovanna (Caprera) e bronzo per Favole Pier Augusto Vitali Valeria (Cus) Nel doppio vittoria per Bregolin Massimo e Casetta Bruno, Bosco Dario e Zucchi Francesco, Barberis Cristina e Chiappino Isabella (Armida), Ferroni Chiara e Lando Angela (Esperia), invece argento per Romano Enzo e Bozzi Marco (Caprera), Paris Paola e Gaggio Viviana (Cus) Gallo Sofia e Chiono Mara (Esperia) bronzo per Baruffaldi Antonio e Faggiani Marco Valerio (Cerea) Calabrò Luca Mezzamoglio Stefano (Esperia) Zucchetti Andrea e Mariotti Gianluca (Omegna) Nel due senza oro per gli inseparabili Boffa Giovanni e Consalvo Roberto. Nel doppio misto oro per Matteoli Federica e Schenone Andriano (Caprera) seguiti dall’equipaggio del Cerea con Tipanau Maria Catalina e Coero Bruno Nel quattro misto vincono Uberti Romano Martino Carla Paini Rossana Ronco Andrea Nell’otto misto ancora due equipaggi piemontesi sul podio al secondo gradino il Caprera (Belluso Elena Pasquali Francesca Ferrero Elisabetta Masino Donatella Pastore Luca Manzella Carlo Maria Boffa Andrea Romano Sergio Bogianchino Monica) seguito dall’armo dell’Armida Abate (Emanuela Boggio Bruno Icardi Barbara Lanzavecchia Francesco Lodigiani Emilia Magnetti Alberto Pressenda Paola Ferrilli Roberto Readi Nathalli). Nel quattro di coppia maschile secondo posto per il Cerea (Coero Bruno Sandrone Edoardo Villari Vincenzo Torta Franco). Nel quattro di coppia femminile l’Armida conquista l’argento con Abate Emanuela Levi Montalcini Marta Matteoli Federica Pressenda Paola. Nell’otto maschile al terzo posto il primo degli equipaggi italiani, Caprera con Gianluca Sapino, Giulio Gastaldo, Alessandro Polato, Roberto Consalvo, Giovanni Boffa, Romano Uberti, Carlo Maria Manzella, Andrea Boffa, Elena Belluso. Tutto italiano e tutto piemontese il podio per l’otto femminile con il Caprera al primo gradino (Battioli Ester Carando Sara Salvat Pascale Laugero Francesca Lama Violante Morales Miriam Degli Esposti Fragola Rasini Simona Bara Simonetta) e al terzo (Van Dijk Antoinetta Belluso Elena Pasquali Francesca Pogliani Maria Fiorella Ferrero Elisabetta Masino Donatella Martino Carla Fazio Alessia Ronco Andrea). Argento per gli Amici del Fiume (Bara Sonia Baudino Roberta Cavaglia' Margherita Cento Margherita Italiano Margherita Paesano Maddalena Parachini Chiara Perino Paola Maria Romeo Giuseppe).

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

D'Inverno sul Po 2017

  • Pubblicato in News

Grande partecipazione di atleti sabato e domenica prossimi alla 34esima edizione della “D’Inverno sul Po”. Alla chiusura delle iscrizioni, infatti, i numeri parlano di ben 2670 atleti iscritti alla manifestazione: 878 saranno in gara sabato, formando 507 equipaggi in rappresentanza di 88 Società, mentre 1792 vogatori si daranno battaglia domenica nella Regata Internazionale su 324 imbarcazioni con i colori di 90 Società, tra cui tanti campioni e di diverse nazioni, dalla Francia, Germania, Svizzera e Grecia

Gli atleti piemontesi, tra sabato e domenica, fanno la parte del leone e la Società Canottieri Armida, nel podio dei partecipanti, conquista il primo posto con 189 atleti (+19 atleti Special Olympics per un totale effettivo di 208) seguita a ruota dalla Canottieri Esperia (181) e Cerea (122). Più dettagliatamente, per quanto riguarda la partecipazione alla regata del sabato, in cui saranno in acqua le barche corte (singolo, due senza e doppio) delle categorie Ragazzi, Senior, Junior, Allievi C, Cadetti, Master (che comprende anche le barche miste in doppio, quattro di coppia e otto), quattro con LTA e il GIG a quattro LTA ID, spicca in termini di partecipazione la SC Armida con 94 atleti e 48 equipaggi, seguita dai padroni di casa dell’Esperia (76 atleti e 44 equipaggi) e da altre tre società torinesi: la SC Caprera (47 atleti e 22 equipaggi), l'SC Cerea (42 atleti e 19 equipaggi) e il Cus Torino (33 atleti e 26 equipaggi). Nella regata internazionale di domenica, dedicata alle barche lunghe (quattro di coppia e otto), si registra una massiccia presenza piemontese con l'Esperia che svetta in ragione di 105 atleti ripartiti su 20 equipaggi. Segue l'SC Armida (95 atleti e 15 equipaggi) e poi in successione la SC Cerea (77 atleti e 15 equipaggi), il Cus Torino (76 atleti e 14 equipaggi) e la SC Caprera (66 atleti e 12 equipaggi). I numeri comprendono anche la rappresentativa del Comitato Regionale e Amici del Fiume, Candia 2010, Casale, Eridano, New Country, Omegna,Pallanza, Verbanese.

La Società Esperia ha già allestito il campo di regata nonostante le difficoltà dovute alla recente alluvione, motivo per il quale la regata sarà sui 4000 metri invece dei tradizionali 6000.

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS