Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Candia - Programma gare

  • Pubblicato in News

Superate le 1000 iscrizioni alla Regata Regionale Aperta di Candia del prossimo 30 aprile organizzata dalla Canottieri Candia. Grande soddisfazione per l'organizzazione locale, sempre coadiuvata da Comitato piemontese, Comune di Candia e dalle altre società remiere piemontesi.

Il tutto a pochi giorni dall'ufficialità dell'assegnazione dei Campionati Italiani Master 2018, frutto di grande lavoro fin dal 2010.

Si allega il programma gare, e il programma sintetico, della seconda regionale piemontese al lago di Candia.

Il programma, per comodità, è raggiungibile anche attraverso il seguente link: http://canottaggioservice.canottaggio.net/dati/prx170102.html

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Canottaggio e calcio. Mario Italiano all’Armida

  • Pubblicato in News

Intervistato all’Armida il consigliere nazionale Mario Italiano in occasione delle riprese per il documentario su Kilping fondatore della squadra rossonera.

Qui di seguito l’articolo della giornalista Giorgia Garberoglio su La Stampa di Lunedì 24 aprile.

E se il calcio italiano fosse nato sulle sponde del fiume Po, tra le barche di canottaggio e grazie a un canottiere?

Quando Enrico Bosio, membro della società remiera Armida, conobbe a Nottigham, nel 1887, Herbert Kilpin, forse non immaginava che avrebbe dato inizio a una grande tradizione calcistica. Lo scrittore Robert Nieri – nato a Nottingham ma di padre italiano - ha scritto il libro “Il Lord del Milan” in cui si celebra la figura del fondatore della squadra rossonera: Herbert Kilping, di cui a ottobre si celebra il centenario della morte. “Sono a Torino in questi giorni – racconta Nieri – perché stiamo girando un documentario con il regista Jared Wilson su Kilping e la sua amicizia con il torinese Enrico Bosio”. Le storie si intrecciano, tra canottaggio e calcio. Enrico Bosio era un canottiere per passione, la sua famiglia aveva fondato il primo birrificio in Italia e lui lavorava nel settore tessile. Per il suo lavoro nel 1887 era andato a Nottingham e aveva conosciuto Kilpin proprio grazie al calcio, unendosi a lui in un palleggio. Poi era tornato a Torino, portando con sé il pallone che gli aveva regalato l’amico inglese e le prime informazioni su questo sport. E mentre in Inghilterra si formava la storia del calcio – per esempio erano state introdotte le reti, perché non si capiva altrimenti se la palla avesse superato le linee – nel 1891 Enrico Bosio invitava l’inglese a Torino, per lavorare nella sua fabbrica di tessuti e continuare a parlare di calcio. Nell’agosto 1891 Kilpin lascia l’Inghilterra, per non tornare più, e arriva a Porta Susa dove l’aspetta Bosio. “Nel mio libro (acquistabile su: www.lordofmilan) e nel documentario che stiamo girando - spiega lo scrittore Nieri - si raccontano gli intrecci di Kilpin con le prime squadre di Torino: il Torino Football & Cricket Club e una squadra di ragazzi benestanti della società di canottaggio dove frequentava Bosio che si chiamava “I Nobili”. Kilping non è mai stato un calciatore d’eccellenza, ma seppe organizzare e stringere molte relazioni, formando una squadra di calcio dal nulla. Da Torino infatti Kilpin si era trasferito a Milano e lì aveva creato il Milan. Straniero in terra straniera, ha fondato una delle più titolate squadre di calcio al mondo: l’AC Milan, portandola alla vittoria dei suoi primi tre titoli nel campionato italiano”. L’inglese muore quasi da sconosciuto, sepolto in una tomba senza nome. “Con il Club del Milan – prosegue Nieri -  siamo riusciti a portare le sue spoglie al cimitero Monumentale di Milano e oggi Kilpin, finalmente riconosciuto, è icona della curva sud del Milan”. Sul fiume di Torino lo scrittore Nieri intervista per il documentario Mario Italiano, consigliere della Federazione Italiana Canottaggio: “E’ un privilegio raccontare storie di sport – chiosa Italiano - e pensare che il calcio abbia un legame così forte con il canottaggio, sport sempre molto amato in Italia e il cui circolo più antico è proprio a Torino: la Reale Società Canottieri Cerea, fondata nel 1863”. Robert Nieri si congeda dal fiume: “Sento forti le mie radici italiane - conclude Nieri – ho lavorato a Torino e grazie a questi legami ho potuto seguire le tracce di Kilping, del suo amico canottiere Bosio e dei primi calci tirati al pallone in questa città”.

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Regionale Candia - Unici Iscritti

  • Pubblicato in News

Al termine delle iscrizioni per la gara di Candia di domenica 30 aprile risulta quanto segue:

Gara n.20 SINGOLO F Esordienti : CUS PAVIA

Gara n.22 DOPPIO F Esordienti  : CORGENO SC

Gara n.28 QUATTRO SENZA M Junior : MISTO LARIO – CEREA

Gara n.30 QUATTRO DI COPPIA F Junior : CEREA

Gara n.31 OTTO M Junior : ESPERIA

Gara n.42 OTTO M Ragazzi: CUS TORINO

Gara n.47 DUE SENZA F Senior A: CUS PAVIA

Gara n.58 DUE SENZA M Pesi Leggeri : Misto CARABINIERI – CEREA

Gara n.64 QUATTRO DI COPPIA F Pesi Leggeri : ESPERIA

Gli atleti Belletti Candia 2010  e Parenzan Varese risultano essere iscritti in due gare.

Il bando prevede che le categorie giovanili facciano una sola gara e quindi si chiede di cancellarle da una delle due gare a cui sono iscritte

Per agevolare la scelta si suggerisce fare riferimento alle statistiche equipaggi attualmente iscritti all'indirizzo :  http://www.canottaggio.net/file_st_ex.php?regata=170102

Si prega far pervenire le modifiche entro Giovedì 27 aprile ore 12:00 alla casella di posta: segreteria@canottaggiopiemonte.it

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Vittoria dei canottieri torinesi nello storico macht Torino-Aix les Bains

  • Pubblicato in News

Un netto 3 a 1 fuori casa ad Aix-les-Bains nello storico match Torino – Aix-les-Bains.

Il match Torino - Aix-les-Bains, ha visto i suoi albori nel lontano 1921 in Savoia.

Quest’anno, in Savoia, dopo 97 anni, si è svolta la 79a edizione, in quanto in alcune annate il trofeo non è stato disputato per cause di forza maggiore.

In occasione della prima regata tra i canottieri di Torino contro i francesi di Aix-les-Bains il quotidiano “La Stampa” dell’11 luglio 1921 diede notizia del telegramma dalla cittadina francese: «Un telegramma da Aix ci informa che un equipaggio a 8 della simpatica società concittadina Cerea ha vinto un equipaggio di quella città. I rematori prescelti hanno saputo imporre la propria forza e dopo un’ottima corsa sono riusciti a staccare di oltre tre lunghezze gli avversari della città di Savoia»

Ricordiamo che l’anno scorso è stato siglato il gemellaggio fra la Reale Società Canottieri Cerea e l’Entente Nautique Aix-les-Bains, alla presenza di tutto l’entourage delle due società, del Comitato Regionale Piemontese e della FIC nelle vesti del consigliere Mario Italiano. Tale evento ha reso ancora più saldo il legame con i cugini transalpini, rimasto inossidabile nel tempo.

Il "Bambinò" - il celebre trofeo bronzeo perenne, del peso di circa 30 kilogrammi, raffigurante un fauno che concupisce una leggiadra ninfa intenta a suonare il flauto, opera del celebre artista francese del XVIII secolo Clodion, messo in palio nel lontano 1921 dalla Ville d'Aix-les-Bains - è ora di nuovo in mano ai canottieri torinesi.

Vincono il singolo Junior (Leonardo Radice), l’otto senior (Lorenzo Galano, Filippo Fornara, Guido Gravina, Alessandro Visentini, Andrea Cattermol, Vittorio Serralunga, Edoardo Lanzavecchia, Riccardo Italiano) e il singolo master (Duccio Devoti) e perdono per un soffio nell’8 master (Romano Uberti, Adriano Schenone, Giulio Gastaldo, Roberto Consalvo, Andrea Boffa, Mario Boffa, Marco Bozzi, Carlo Manzella)

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Al Memorial “Paolo d’Aloja” ottimi piazzamenti per gli atleti del Comitato Piemontese

  • Pubblicato in News

La trentunesima edizione del Memorial “Paolo d’Aloja”, regata di apertura della stagione internazionale, con ben 23 nazioni, Italia compresa, ha dato spettacolo sulle acque del lago di Piediluco. L’Italremo del Direttore Tecnico Francesco Cattaneo con un bottino di settanta podi vince il XXXI Memorial “Paolo d’Aloja”.

Nella classifica a punti finale per Nazioni, l’Italia totalizza 100 punti, aggiudicandosi il Trofeo davanti a Lituania (35) e Romania (14).

Gli atleti piemontesi si sono dimostrati all’altezza dell’importante regata internazionale ed hanno contribuito in modo sostanziale al successo dell’Italia con prestigiosi risultati.

Grandissima la prestazione di Silvia Crosio (Amici del Fiume) che nel doppio junior conquista due ori. Prima gara con Giulia Mignemi (CT Aetna), in azzurro sul quadruplo femminile ai Mondiali di Rotterdam, seconda gara con Greta Martinelli (Tremezzina). Cambia compagna ma non la medaglia.

Oro anche per di Kiri Tontodonati (CUS Torino) e Stefania Gobbi (SC Padova) che nel doppio Senior abilmente sconfiggono la Lituania di Donata Karaliene e Egle Bezzubovaite nella giornata di sabato mentre si devono accontentare del bronzo nelle regate della domenica.

Oro ancora in campo femminile per Benedetta Faravelli (Esperia) nel 4 senza, che ai Giochi di Tokyo 2020 debutterà nel programma olimpico, insieme a Giorgia Pelacchi, Ilaria Broggini, Ludovica Serafini, lasciano dietro l’equipaggio iberico. Per lei anche un quinto piazzamento con Ludovica Braglia nel 2 senza.

Non mancano le medaglie d’argento e il due senza junior di Khadija Alajdi El Idrissi e Letizia Tontodonati (CUS Torino) ne conquista ben due mancando la gioia dell’oro per appena nove decimi ma confermando la loro ottima preparazione.

Altro argento anche per Leonardo Radice Karoschitz (Cerea) con Danilo Amalfitano nel doppio Junior mentre si posiziona poi quarto con Federico Dini.

Quarto nel doppio pesi leggeri Alberto Di Seyssel D’Aix (Fiamme Oro - Armida) con Gabriel Soares Quinto, mentre è quinto nel singolo pesi leggeri.

Quarta posizione nel due senza Junior per Riccardo Italiano (Esperia) con Alessandro Visentini.

Quinto Lorenzo Galano (Esperia) con Antonio Vicino nel doppio pesi leggeri.

Andrea Carando Alberto Vincenti (Cerea) sesti nel due senza junior mentre si piazzano quarto e sesto rispettivamente nella seconda regata cambiando compagno di barca e quinti nel due senza pesi leggeri.

Il singolista under 23 Daniel Lazaj della Canottieri Armida è quinto e sesto nelle batterie del singolo senior. A Daniel (che gareggiava per la nazionale Albanese) il merito, dopo alcuni anni di stop, di permettere all'Aquila nera bicefala albanese di riprende il volo alle regate internazionali del Memorial d'Aloja a Piediluco.

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Il Piemonte al XXXI Memorial Paolo D’Aloja

  • Pubblicato in News

La formazione della Delegazione Nazionale che prende parte al XXXI Memorial Paolo d’Aloja è composta da sette atleti del comitato piemontese.

I convocati dalla direzione tecnica nazionale son l’atleta senior Kiri Tontodonati (Cus) l’under 23 Benedetta Faravelli (Esperia), gli atleti under 23 pesi leggeri: Alberto Di Seyssel (Fiamme Oro - Armida), Lorenzo Galano (Esperia) e le Khadija Alajdi El Idrissi, Letizia Tontodonati (Cus), Silvia Crosio (Amici del Fiume). Da segnalare, inoltre, la partecipazione dell'atleta, tesserato Armida, Daniel Lazaj al seguito della Nazionale Albanese.

Sono state trenta le edizioni in cui l’Italia ha vinto la classifica finale. Tocca ora ai nostri atleti contribuire a consolidare questo primato.

Iscritti all’evento internazionale, insieme all’Italia, altre 22 nazioni: Albania, Bulgaria, Ecuador, Georgia, Giappone, Israele, Irlanda del Nord, Lituania, Sud Africa, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Ucraina, Qatar, Tunisia, Marocco, Nigeria, Emirati Arabi, Lettonia, Zimbabwe e Porto Rico.

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Primo Meeting Piediluco (Aggiornamento)

  • Pubblicato in News

 Nella giornata conclusiva sul lago di Piediluco del Primo meeting Nazionale presenza di molti atleti delle società canottiere del Piemonte che si sono dati battaglia nelle finali con numerosi ottimi risultati.

Finale al cardiopalmo per quello che riguarda la regata dell’otto maschile ragazzi, nella quale per solo cinque centesimi gli atleti sull'armo della Canottieri Armida con Giuseppe Barbagiovanni, Pietro Barbero, Alessandro Fantechi, Luigi Vaccarino, Emile Sassi, Elia Giannarelli, Alessandro Gardino, Francesco Torta e Tommaso Lovisolo (questi ultimi due atleti del Cerea) si piazzano al prestigioso secondo posto. Nell’otto junior femminile secondo posto per il Cus con Agnese Medana Giorgia Bardo Morena Perino Clara Loverso Silvia Bravi Anita Rosa Boldrino Elisa Sorbello Alessia Cieli Haonian Jiang. Nella finale dell’otto Senior dell’Esperia Riccardo Italiano, Alessandro Visentini con Riccardo Mager, Michele Rebuffo, Marco Farinini, Lorenzo Keyes, Lorenzo Brusato, Marco Spinosa e il timoniere Alessandro Calder nel misto Rowing Club Genovese/Esperia Torino vincono infliggendo ben 14 secondi all’equipaggio medaglia d’argento

Nella finalissima del quattro senza junior, seconda l’imbarcazione del CUS di Valentina Gallo, Diletta Diverio, Martina Visintin e Veronica Bumbaca e al terzo posto il misto CUS Torino/CC Aniene/Sannio Bosa con Khadija Alajdi El Idrissi, Letizia Tontodonati, Ottavia Ravoni e Claudia Cabula. Stessa barca ma categoria ragazzi quinto posto per il Cus con Sivia Bravi Anita Rosa Boldrino Elisa Sorbello Alessia Cieli. Nel quattro senza senior secondo posto per Benedetta Favarelli dell’esperia sull’equipaggio Italia Team. Nella stessa specialità ma tra gli uomini junior secondi Achille Benazzo, Andrea Carando, Leonardo Radice Karoschitz e Alberto Vincenti (Cerea). E tra i ragazzi Armida al quinto posto con Pietro Barbero Alessandro Gardino luigi Vaccarino Elia Giannarelli e un ottimo secondo posto del Cerea con Pietro Capelli in misto con Elpis e Peloro

Nel doppio, tra le donne, spicca la prestazione del misto Amici Fiume/CT Aetna di Giulia Mignemi e Silvia Crosio che si sono involate sul traguardo con un buon distacco rispetto alle dirette inseguitrici. Nel doppio maschile sesti, ma medaglia d’oro nella categoria Under 23, Antonio Vicino e Lorenzo Galano (Esperia Torino/Marina Militare). Quinte nei ragazzi finale B Marta Cuffia Cecilia Beaux del Cus

Nella categoria ragazzi nel due senza femminile terzo posto per Agnese Medana e Giorgia Bardo (CUS Torino). Mentre in campo maschile ottima prestazione del due senza maschile con Giuseppe Barbagiovanni ed Emile Sessi (SC Armida), rimanendo nella specialita ma nei pesi leggeri quarti Riccardo Italiano e Alessandro Visentini dell’ Esperia e sesta la barca dell’ Armida con Filippo Fornara e Andrea Cattermol (VVF Tomei) davanti a Giorgio Tuccinardi e Francesco Rigon dei Carabinieri e a Pietro Capelli su armo Elpis con Daniele Badagliacca e in finale B settimi Emanuele Giacosa Guido Gravina del Cerea mentre nella categoria ragazzi terzo posto per il Cerea con Francesco Torta e Tommaso Lovisolo.

Dominio Italia Team nel doppio senior femminile, dove Stefania Gobbi e Kiri Tontodonati (Cus) vanno a vincere la medaglia d’oro mentre sesta si piazza l’armo Esperia con Eleonora Carpino e Silvia Tripi dell’Elpis e quinto posto per il doppio Amici del Fiume con Elena Crosio e Marta Zoppi nei pesi leggeri.

Tra i maschi nella categoria ragazzi sesto posto per il Cus con Giovanni Giachino e Tancredi palumbo del Telimar tra gli Junior quinta l’Armida con Alberto Zamariola e Matteo Bonetti del Cerea. Tra i pesi leggeri sesta l’Esperia con Lorenzo Galano Antonio Vicino del Sabaudia e in finale B sesto e ottavo posto rispettivamente per Lago d’Orta con Tommaso Fioroni e Guglielmo Pacifico (Cristoforo) e Amici del Fiume con Andrea Cavallero e Francesco Squadrone.

Nel Quattro di coppia Junior femminile prestigiosa vittoria delle atlete del Pallanza Camilla Musetti, Rachele Soni in equipaggio con Giorgia Salice e Carolina Crosta del Monate. Nei Senior terzo posto per Amici del Fiume con Edoardo Margheri Giulio Francalacci Francesco Squadrone Andrea Cavallero mentre nel under 23 quarto posto per l’equipaggio misto Italia Team Benedetta Favarelli dell’Esperia e quarto posto nei pesi leggeri per gli Amici del Fiume con Elena Crosio Marta Zoppi Domiziana Minissale Sara Paone. Nel quattro di coppia terzi Mario Bonesi, Andrea Garbo, Gigi Massaro e Alberto Pantarotto dell'Esperia. Negli Junior Esperia quarta con Tiziano Nava Vittorio Bighi Umberto Danusso Pietro Martino. Tra i ragazzi femminile quinta Sofia O Mearain su barca Aniene e settime Marta Cuffia Cecilia Beux Annalisa Tarro Genta Sveva Sacchi del Cus.

Nel singolo esordienti secondo posto per Luca sacchi Esperia e nei ragazzi in finale B settimo posto per il Candia 2010 con Raphael Ronco Eric Rossi Patriarca Damiano Actis Comino Lorenzo Michelizza e settimi il Cus con Jacopo Rabajoli Pietro Maestri Matteo Panichi Matteo Marzorati.

Nel quattro con un ottavo posto per Alberto Pantarotto e Mario Bonesi dell’Esperia su armo Firenze.

L’interminabile elenco dei risultati testimonia il grande valore degli atleti del comitato Piemontese e adesso per i protagonisti delle gare non resta che attendere le convocazioni della Direzione Tecnica per il Memorial D’Aloja della prossima fine settimana.

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Meeting di Piediluco

  • Pubblicato in News

Dal Meeting Nazionale di Piediluco ottime notizie per gli atleti piemontesi di ogni categoria, battaglieri e motivati che hanno gareggiato sotto l'occhio attento dei vari capi allenatore e del Direttore Tecnico Francesco Cattaneo.

Dopo le fasi eliminatorie, batterie e semifinali il programma si è chiuso con le prime dieci finalissime, cinque maschili e cinque femminili, delle barche corte. In gara, quindi, quattro finali del due senza (junior maschile e femminile e senior maschili e femminili) e sei finali del singolo (junior maschile e femminile, senior maschile e femminile, pesi leggeri maschili e femminili).

Finali mozzafiato che hanno regalato gare spettacolari come la finale del due senza femminile junior, una gara molto combattuta con Khadija Alajdi El Idrissi e Letizia Tontodonati (CUS Torino) vincitrici di un soffio sulle rivali Sofia Tanghetti (Rowing Club Genovese) e Linda De Filippis (AC Monate). Entusiasmante anche la finale del singolo senior femminile dove le azzurre Kiri Tontodonati (CUS) e Stefania Gobbi (SC Padova) hanno ingaggiato un duello in solitaria, staccando il resto del gruppo. Alla fine è stata l'atleta del CUS a trionfare lasciando alla compagna di nazionale la medaglia d'argento. Bella anche la finale del singolo femminile dove con un’ottima prestazione Silvia Crosio conquista l’argento (Amici Fiume) dando del filo da torcere alla vincitrice Giulia Mignemi (CT Aetna).

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS