Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Canottieri torinesi “marini” vincitori a Formia e Gaeta.

Canottieri torinesi “marini” vincitori a Formia e Gaeta.

Copertina Formia

 

 

 

Appassionante sfida in mare tra Gaeta e Formia con la partecipazione dei circoli canottieri torinesi centenari Cerea ed Armida e le Dragonette Torino Onlus / Amici del Fiume.

Magnifica la cornice della riviera di Ulisse e grande l’entusiasmo di tutti partecipanti che hanno avuto l’onore di vivere il centro di preparazione olimpico di Formia diretto dall'amico Davide Tizzano, che con la sua famiglia ha gestito abilmente l'evento.

Vincono il quattro Coastal del Cerea, l’ otto femminile dell’Armida, e il Drangon boat del Dragonette Torino / Amici del Fiume.

La sfidCereapremiazionea tra Reale Società Canottieri Cerea (Torino 1863) e Società Canottieri Limite sull’Arno (Firenze 1861), i più antichi club remieri italiani è stata coinvolgente e da cardiopalmo. 

“Irresistibile il Cerea, suggella il gemellaggio con la Limite con un ex equo in regata QuaFotofinishttro di coppia Coastal, divenuto Primo posto e medaglia d’oro, per il maggior peso politico dell'equipaggio che ha probabilmente condizionato la giuria nell'analizzare il fotofinish” (Mario Italiano).

ArmidamedaglieLe master dell’Armida, sempre presenti, non si sono lasciate sfuggire l’occasione, anche sulle acque marine, di suggellare una vittoria e portano a casa la coppa del trofeo.

 


 DragonettearrivoGran divertimento in compagnia di 200 "Dragonette" (da Torino, Roma, Milano, Venezia, Mestre, Gorizia, Empoli, Bari, Modena e Sabaudia) che hanno partecipato all’insegna del benessere con finalità nobili remando contro il tumore al seno, una lotta preventiva propiziata dalle “Donne in rosa”, che hanno saputo, con coraggio e determinazione, trasformare la loro malattia in un elemento di crescita personale e collettiva. Ad avere la meglio le Dragonette di Torino che vincono la sfida del Match Race timonate proprio dal pluricampione olimpionico Davide Tizzano.

Riccardo Iuliani

Torna in alto