Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

European Master Games Candia - Results & Photo

European Master Games Candia - Results & Photo

Lama e Mailander, eroine del singolo, trionfano nella difficile specialità di confronto personale con l’avversario nel settore femminile mentre i fratelli Petruzzelli, difendono il settore maschile, nella stessa specialità, dominando nelle rispettive categorie.

Violante Lama che ora si allena negli Emirati Arabi come Luca e Paolo Petruzzelli ex atleti non hanno dato spazio agli avversari, ma grandissimo merito a Carolina Mailander che da master pura, senza precedenti agonistici remieri giovanili, continua a collezionare titoli italiani e mette in riga le straniere grazie al serio impegno e agli allenamenti seguita da Betta Brugo.

Nelle regate in generale il dominio è russo! Vincono 18 gare su 40 nelle regate regolamentari di Candia ma anche nella manifestazione sprint delle ammiraglia svoltasi a Torino non ce ne per nessuno e gli equipaggi sovietici si aggiudicano quattro “manche” su sei.

Otto le nazioni partecipanti Germany, Hungary, Italy, Latvia, Lithuania, Poland,Russia, Slovenia,Ukraine con circa 150 atleti fisici e 300 atleti gara.

Gli equipaggi italiani comunque sanno dire la loro e vincono anche in altre specialità oltte che nel singolo.

Nella prima giornata Lando e Napione in una regata tutta piemontese vincono nel doppio (50 54) mentre nel doppio (60-64) sono Ponti e Uberti a mettere la pallina davanti ai Lituani. Nel quattro di coppia (50 59) Matteoli e Lama con le loro compagne mentre nella categoria (55 59) Calleri Lando Martino Paini mentre nel due senza (43 64) Belluso Masino sono loro a dire la loro sono sugli altri equipaggi piemontesi.

Nella seconda giornata nel doppio (55 64) Martino Paini vincono mentre nel doppio (43 49) la pallina sugli altri equipaggi piemontesi la mettono ancora una volta Lama Matteoli. Villani e Venesia dominano nel doppio (65 79) e ancora Matteoli Lama nel quattro di coppia lasciano il segno.

Nelle gare dei misti nel quattro di coppia (50 54) ancora Matteoli Lama con i fratelli Petruzzelli e in quello (55 59) Uberti Ballada Paini Martino lasciano dietro gli equipaggi torinesi in gara, mentre nel doppio (55 74) hanno la meglio Romano Paini.

Nella 8+ sprint nella categoria (55 59) femminile vincono Bodo Calleri Degli Espositi Fragola Lando Martino Paini Scaglioni Sereno Uberti e nella categoria misti Pastore Boffa Boffa Manzella Lando Masino Nappione Belluso Bogianchino.

Al termine delle regate intervista al presidente del comitato regionale Stefano Mossino sempre presente a tutte le regate del territorio piemontese:

Si sono conclusi gli European Master Games di Canottaggio: 3 giorni di regate durante i quali Torino (Murazzi del Po) e il Lago di Candia hanno visto la partecipazione di centinaia di atleti.

L'incontro ed il dialogo tra atleti italiani e stranieri è stato costruttivo e positivo; la possibilità di creare sinergie, gemellaggi e collaborazioni fra società italiane e club esteri, o anche fra singoli atleti, è stata alla portata di tutti ed è stata una delle grande opportunità di questi giochi.

In questa edizione, oltre alle tradizionali competizioni sulle distanze ordinarie (1000 mt per le categorie Master), abbiamo sperimentato le regate sprint.

A Torino, infatti, si sono tenute le gare degli otto sulla distanza di 500 metri, nel tratto di fiume Po fronte Murazzi; l’esito è stato ottimo e la regata è stata molto apprezzata per la spettacolarità della location e la formula avvincente della competizione. Una formula sprint in centro città (500 metri fronte Murazzi) già collaudata da anni - con la sfida Politenico Università - e che sarà da riproporre anche per altre gare. Le società remiere - con i loro dirigenti, allenatori, soci e volontari - sono riuscite a mobilitare decine di volontari, a organizzare congiuntamente la manifestazione sul Po e a mettere a disposizione degli atleti stranieri le imbarcazioni: si tratta di una prova di collaborazione che dimostra l’ottima sinergia fra i circoli remieri e il buon fine dei sistemi di rete.

Il Lago di Candia si è confermata ottima location per gli eventi remieri, ospitando le gare delle restanti specialità sulle distanze ordinarie, con un’organizzazione della società 2010 Canottieri Candia davvero impeccabile, come ormai avviene da anni, confermandosi quale bacino e COL caposaldo del canottaggio regionale, nazionale ed internazionale. La società 2010 Canottieri Candia ha accettato la sfida organizzativa e con un lavoro davvero intensissimo della sua Presidente, dei suoi soci e dei suoi volontari è fatta carico dell'evento sul Lago di Candia.

Sono stati giorni emozionanti, talvolta anche difficili, ma le criticità sono state superate grazie alla collaborazione e alla competenza di tutti i soggetti coinvolti. Ciascuno ha svolto il proprio ruolo con passione, dedizione, professionalità ed impegno.

Un particolare ringraziamento a tutti i volontari e volontarie, ai motoscafisti, al personale di sicurezza, agli allenatori e agli autisti dei mezzi, alla Croce Rossa Italiana, al medico di gara, ai cronometristi, alla Polizia locale, al Sindaco di Candia e alla Protezione Civile.

Ricordiamo, inoltre, l'importante lavoro svolto dalla Segreteria Gare, che ha gestito le iscrizioni ed elaborato il programma gare, recependo, con un lavoro giornaliero davvero immane, tutte le necessità degli atleti, anche risolvendo alcune criticità nelle iscrizioni originarie.

Una particolare menzione di ringraziamento ai Giudici Arbitri, i quali, dirigendo la manifestazione con professionalità, diligenza, competenza, dedizione, pazienza e, davvero, tanto tanto buon senso, hanno consentito il corretto svolgimento delle regate.

Ringraziamo anche il Comitato Regionale della Federazione Canoa, con il quale abbiamo sempre collaborato nella fase organizzativa, per poter realizzare l’evento nel suo complesso ed ottenere, insieme, l’implementazione dell’impianto sportivo di Candia

Ora, a EMG conclusi, dopo i dovuti ringraziamenti sarà opportuno valutare con attenzione alcuni aspetti dell'evento per poterne trarre i giusti insegnamenti.

Questa esperienza è stata sicuramente un'ottima prova di collaborazione fra le società territoriali ed ha dimostrato come la creazioni di adeguate sinergie determina l'ottima riuscita di manifestazioni e, soprattutto, la risoluzione di problemi anche imprevedibili. Ciò che è certo è che la collaborazione fra tutti i soggetti porta alla vittoria.

Inoltre, grazie a questi giochi l’impianto di canottaggio del Lago di Candia si è ulteriormente implementato, con un campo di gara completo a nove spighe.

Si tratta sicuramente di un'eredità importante che consentirà al lago di Candia di essere campo di regata nazionale e internazionale, nonché di proseguire nell'attività sportiva agonistica, amatoriale, sia di base che di eccellenza.

Da ultimo, ringraziamo tutti gli atleti e le atlete che ci hanno offerto tre giorni di gare davvero emozionati ed hanno, ancora una volta, dimostrato che il Canottaggio è una risorsa ed un’opportunità essenziale per Torino e per Candia.

Grazie ancora a tutti e a tutte.

Riccardo Iuliani

Si allegano:

I risultati EMG

Foto 01/08

Foto 02/08

 

 

Torna in alto