Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Atleti piemontesi Olimpici e Mondiali

Atleti piemontesi Olimpici e Mondiali

Qualifica olimpica! Cristina Scazzosi (Lago d’Orta) Lorenzo Bernard (Armida) Kiri Tontodonati (Fiamme Oro - Cus) qualificano le loro barche per le olimpiadi di Tokio. Silvia Crosio (Amici del Fiume), incontentabile e determinata, dopo l’oro ai Campionati del Mondo U23 agguanta l’oro anche ai campionati assoluti. Atleti straordinari ancora protagonisti per questa Italia del Canottaggio che si sta imponendo a livello mondiale sotto la guida dello staff tecnico guidato da Franco Cattaneo.

Iniziamo dall’oro di Silvia Crosio nel quattro di coppia Pesi Leggeri femminile. Bellissima gara dove le quattro campionesse iridate Under 23 di nemmeno un mese fa dominano la gara determinando il passo e chiudendo con sicura fermezza la gara. Brava Silvia Giulia Greta Arianna.

1. Italia (Giulia Mignemi-SC Aetna, Greta Martinelli-SC Tremezzina, Silvia Crosio-SC Amici del Fiume, Arianna Noseda-SC Lario) 6.34.00, 2. Cina (Mengyn Cheng, Qiang Wu, Fang Chen, Xiaoyu Yuan) 6.36.31, 3. Germania (Fini Sturm, Verra Spanke, Leonie Pieper, Leonie Pless) 6.37.72,4. USA (Jessica Hyne-Dolan, Michaela Copenhaver, Rosa Kemp, Mary Reckford) 6.38.36, 5. Vietnam (Thi Rhao Luong, Huyen Ta Thanh, Thi Hao Dinh, Ly Ho Thi) 6.55.71.

Medaglia di bronzo e pass per le olimpiadi per Cristina Scazzosi e Lorenzo Bernard nel quattro con PR3 mix. Gara emozionante con l’equipaggio italiano sempre in gara ma mentre la Gran Bretagna e gli Stati Uniti fanno gara a sé, la lotta per il terzo posto è duro e sempre in discussione. L’Italia fino agli ultimi cinquecento metri pare non riuscire a sopravanzare le avversarie ma nel finale Cristina e Lorenzo con Greta e Alessandro attaccano e dalla quinta posizione si piazzano sul terzo gradino del podio e prenotano l’aereo per Tokio.

1. Gran Bretagna (Ellen Buttrick, Giedre Rakauskaite, James C. Fox, Oliver Stanhope, Erin Wysocki-Jones) 7.09.54, 2. USA (Alexandra Reilly, Charley Nordin, John Tangua, Danielle Hansen, Karen Petrik) 7.21.61, 3. Italia (Cristina Scazzosi-SC Lago d’Orta, Alessandro Brancato-RYCC Savoia, Lorenzo Bernard-SC Armida, Greta Elizabeth Muti-SC Olona 1894, Lorena Fuina- SC Rumon-timoniere) 7.29.34, 4. Australia (Alexandra Viney, Alex Vuillermin, Ben Gibson, James Talbot, Renae Domaschenz) 7.30.62, 5. Russia (Anna Piskunova, Viktoriia Lavrenteva, Nikita Krek, Evgenii Borisov, Evgenii Terekhov) 7.33.71, 6. Israele (Michal Feinblat, Simona Goren Shtouk, Barak Hazor, Achiya Klein, Marlaina Jaye Miller) 7.43.51.

Ancora pass per le olimpiadi conquistato da Kiri Tontodonati con la compagna di barca Aisha Rocek nel due senza Senior. Le atlete combattono fino all’ultimo e dopo essersi garantite la finale A, il pass per Tokio, giungono seste.

1. Australia (Jessica Morrison, Annabelle McIntyre) 7.21.35, 2. Nuova Zelanda (Grace Prendergast, Kerri Gowler) 7.23.62, 3. Canada (Caileigh Filmer, Hillary Janssens) 7.26.52, 4. Usa (Megan Kalmoe, Tracy Eisser) 7.32.25, 5. Spagna (Aina Cid, Virgina Diaz Rivas) 7.38.14, 6. Italia (Kiri Tontodonati-Fiamme Oro/CUS Torino, Aisha Rocek-Carabinieri/SC Lario) 7.40.35.

Grande merito anche per Anila Hoxha (Cus) nel singolo PR1 che combatte nella durissima gara di questa specialità che comporta un impegno fisico solo a braccia per circa 12 minuti. Quinto posto in finale B davanti alla Svezia.

 

1. Corea (Sejeon Kim) 11.38.94, 2. Bielorussia (Liudmila Vauchok) 11.40.17, 3. Argentina (Brenda Sardon) 11.55.08, 4. Cina (Lili Wang) 11.55.85, 5. Italia (Anila Hoxha-CUS Torino) 12.16.42, 6. Svezia (Ebba Einarsson) 12.42.37

 

Riccardo Iuliani

Torna in alto