Logo
Stampa questa pagina

Head Of The River 2018

Head Of The River 2018

L’ammiraglia del Comitato Piemontese con Alberto Di Seyssel, capovoga, e Edoardo Lanzavecchia entrambi dell’Armida, Emanuele Giacosa, Andrea Carando, Leonardo Radice Karoschitz e Vittorio Serralunga del Cerea, Lorenzo Galano dell’Esperia e Francesco Squadrone degli Amici del Fiume, timonati da Camilla Gozellino (Armida), come già accennato nel precedente articolo sulla loro vittoria all’Orta Lake Eights Challenge, sono pronti a partire per Londra prestigiosa regata “Head Of The River”. Domenica sul Tamigi si sfideranno oltre quattrocento equipaggi con barche internazionali e dei college. I nostri campioni prenderanno la barca al Rowing Club di Fulham.

Il presidente del Comitato Stefano Mossino: “Abbiamo chiesto ai nostri campioni torinesi di insegnare ai master in occasione di due stage, con l’obiettivo anche di pagarsi, con il loro impegno da allenatori, la trasferta alla prestigiosa regata “Head Of The River” di Londra. Alla nostra proposta hanno aderito tanti atleti e atlete, anche campioni che non saranno sull’otto che sta per partire per Londra ma che hanno comunque voluto partecipare all’iniziativa. I ragazzi, affiancati dai nostri migliori tecnici torinesi, si sono messi al servizio di una progettualità territoriale, insegnando tecnica e proponendo la loro esperienza. Per i master che vi hanno partecipato è stato indubbiamente un momento importante, di condivisione dello sport con campioni che hanno vestito e vestono il body azzurro. Il tutto ha quindi permesso di coprire una parte dei costi della trasferta, con un appoggio del nostro Comitato”.

Il coordinatore tecnico regionale: “Sono un otto che sta crescendo molto bene ma a Londra non sarà facile emergere. Bisogna infatti considerare il numero dei partecipanti, la lunghezza di sette chilometri, un fiume con molte onde e non conosciuto, il percorso a favore di marea e di corrente ma molto faticoso e il numero di partenza della barca, che non sarà proprio privilegiante. Ma dopo la vittoria al Lago D’Orta, i ragazzi hanno dimostrato le loro potenzialità e questa sarà indubbiamente anche una bella esperienza, visto poi come ci sono arrivati, grazie a questo progetto, di più società coinvolte e legato anche al nostro territorio e al nostro fiume cittadino”.

La trasferta prevede la partenza da Torino venerdì pomeriggio e rientro lunedì mattina in questi ultimi giorni si sono intensificati gli allenamenti con l’affinamento degli ultimi particolari con grande soddisfazione di tutti gli allenatori dei vari circoli di appartenenza degli atleti.

Riccardo Iuliani

©2017 All rights reserved.