Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu

Ottobre remiero - 130 anni FIC

  • Pubblicato in News

Terminato alla grande l’ottobre remiero piemontese in occasione della celebrazione dei 130 anni della Federazione Italiana Canottaggio, fondata nel 1888 a Torino.

Dopo la XXII Rowing Regatta Università-Politecnico del 5 ottobre, la 13a Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 del 13 e 14 ottobre, l’edizione 2018 del T.E.R.A. Trophée Européen des Régions d’Aviron del 20 e 21 ottobre in questo weekend è stata la Regata delle 5 Nazioni Fondatrici della FISA a chiudere la serie di manifestazioni previste.

La Francia ha vinto la Finale nella specialità del quattro di coppia misto battendo l’Italia, dopo le qualifiche disputate con Austria, Belgio e Svizzera. Gli atleti francesi capitanati dal campione mondiale ed europeo del doppio Senior maschile Hugo Boucheron, a superato l’imbarcazione italiana con i campioni del mondo del quattro di coppia Senior maschile Giacomo Gentili e Luca Rambaldi e dalle azzurre Stefania Gobbi e Aisha Rocek, e l’equipaggio All Star, formato tra gli altri dall’oro olimpico giovanile nel due senza Alberto Zamariola e da Lauritz Schoof, tedesco due volte campione olimpico (Londra 2012 e Rio 2016) nel quattro di coppia Senior maschile.

L'Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris ha così commentato la manifestazione: “Con la regata delle 5 Nazioni fondatrici della Federazione internazionale di canottaggio concludiamo il progetto che ho immaginato e realizzato insieme al Presidente Abbagnale per celebrare i 130 anni della nostra Federazione. Una iniziativa che ha offerto tanti momenti sportivi per raccontare storia, cultura, territorio e tradizioni di questa grande disciplina che proprio in Piemonte ha avuto i suoi natali e che nei secoli si è trasformata ottenendo fantastici risultati, anche nel paralimpico, riuscendo a coinvolgere decine di generazioni. Grazie all’impegno e alla costanza dei numerosi ed appassionati circoli remieri, posso affermare con orgoglio che qui il canottaggio è davvero sport, passione e vita

Il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale, ha espresso molta soddisfazione dichiarando: “Sono felice dell’esito di questa manifestazione che ha concluso con un grande spettacolo l’Ottobre Remiero Piemontese, impreziosito oggi dalla presenza di tanti campioni e che ha permesso la celebrazione non solo dei 130 anni della FIC ma anche della Federazione Internazionale di canottaggio, la FISA, nata anch’essa a Torino, nel 1892. Il canottaggio nazionale e internazionale deve molto a Torino, scenario perfetto per celebrare la tradizione di una disciplina sportiva che, come ha sottolineato l’Assessore Ferraris, ha saputo trasformarsi nel corso della sua storia regalando agli appassionati grandi risultati senza mai rinunciare a mantenere vive le proprie storiche e tradizionali radici”.

Grande soddisfazione per il Comitato piemontese che ha potuto ospitare tali eventi di importanza internazionale e con la partecipazione dei migliori atleti nazionali ed esteri.

Regata 5 Nazioni

130 anni FIC - Ottobre remiero

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Regata 5 Nazioni fondatrici FISA - Torino

  • Pubblicato in News

Sabato 27 ottobre si terrà l’evento conclusivo dell’ottobre remiero torinese dedicato alle celebrazioni dei 130 anni della FIC.

La manifestazione prevede una regata senior, ad inviti, nella specialità del “Quattro di Coppia misto”, 2M e 2F, fra equipaggi delle 5 nazioni fondatrici della FISA (il 25 giugno 1892 proprio a Torino) Italia, Austria, Belgio, Francia, Svizzera e 1 equipaggio All star Germania (1 M), Estonia (1 M), Polonia (1 F), Olanda (1 F).

Fra le qualificazioni e la finale del 4X misto senior, si terranno regate dedicate alle categorie allievi e cadetti (in 7,20, 1X, 2X e 2- maschili e femminili), nonché 8+ open senza limitazioni di categorie (Cadetti, Ragazzi, Junior, Senior e Master) e genere (quindi ogni equipaggio può essere composto da atleti di ogni categoria da cadetti a master sia, maschili che femminili, senza limitazioni).

L'iscrizione alle gare giovanili e 8+ open è libera, senza tassa gara, e dovranno essere effettuate entro le ore 24:00 di giovedì 25 ottobre 2018 a mezzo mail all’indirizzo  segreteria@canottaggiopiemonte.it

Le regate si terranno sulla distanza di 500 metri nel tratto di fiume compreso fra la società Caprera e la società Esperia, dalle ore 15:00 alle ore 17:00, come da bando allegato.

La premiazione finale si terrà per tutti gli equipaggi, al termine della manifestazione.

All’evento interverrà il Presidente della FIC, Giuseppe Abbagnale e i presidenti delle federazioni di canottaggio delle nazioni inviate alla regata 4x senior.

Prevista la partecipazione anche di alcune stelle reduci dall’ultima edizione dei Mondiali Assoluti, tenutisi poco più che un mese fa a Plovdiv, in Bulgaria.

Si allegano Bando Regolamento e Planimetria

 

130 anni Fic

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

T.E.R.A. Candia - Arrivederci in Lombardia

  • Pubblicato in News

Foto Premiazioni prima giornata

Foto Premiazioni seconda giornata

 

Arrivederci in Lombardia

Cala il sipario sull’edizione 2018 del TERA, Trophée Européen des Régions d’Aviron.

Una splendida manifestazione realizzata egregiamente dalla 2010 Canottieri Candia, che ha ottenuto il plauso e il ringraziamento da tutte le delegazioni presenti, per l’ottima organizzazione ed ospitalità.

La giornata, iniziata fra le nebbie autunnali del canavese, è poi stata rischiarita da uno splendido sole che ha brillato sul Lago di Candia fino al termine delle gare. Le regate sono state, quindi, inizialmente differite di un’ora, ma, grazie alla lavoro della Giuria e alla puntualità di tutti gli atleti, si sono concluse entro l’orario previsto.

Presenti alla regata, come ed ogni evento remiero che si tiene sul luogo di Candia, il Sindaco Albertino Salzone e l’assessore allo Sport Mario Mottino.

I valorosi atleti del Piemonte hanno conquistato un ottimo secondo posto nella classifica finale del TERA, combattendo in ogni gara, che ha spesso visto gli equipaggi punta a punta fino agli ultimi metri.

I nostri atleti hanno rappresentato ottimamente il Canottaggio Piemontese, dedicandosi al TERA con serietà, dedizione e ardore, impegnandosi al meglio, regattando in ogni gara al massimo delle energie, e così dimostrando maturità ed elevate capacità tecniche ed agonistiche; hanno disputato le regate con potenza, velocità, forza, coraggio e soprattutto cuore, dando tutto e senza risparmiare energie, secondo l’essenza vera del canottiere. In settimane di lavoro collettivo, serio puntuale e costante, gli atleti, egregiamente condotti dal coordinatore regionale tecnico Federico Vitale e dalla coadiutore regionale tecnica del settore giovanile Camilla Gozzelino Federico Vitale congiuntamente a tutti gli allenatori societari, si sono ottimamente assemblati in una squadra coesa, affiatata ed implacabile, solcando le acque del Lago di Candia con immane vigore, imponendo in molte gare il loro ritmo e comunque tenendo testa ai concorrenti, così consentendo alla croce bianca sabauda di sventolare sul secondo gradino del podio finale.

Complimenti a tutti gli atleti delle delegazioni ospitate, Liguria, Lombardia, Toscana, Canton Ticino, Suisse Romande e Rhone-Alpes, che ci hanno regalato bellissime ed avvincenti regate e davvero bravi agli amici Lombardi, che hanno nuovamente conquistato il Trofeo,… ma la sfida è aperta!

Al termine delle gara, la riunione delle delegazioni ha assegnato alla Lombardia l'edizione 2019, che vedrà, vista la positiva innovazione della corrente edizione, le categorie cadetti entrare a far parte organica del Trofeo.

Ringraziamo il coordinatore regionale tecnico Federico Vitale e la coadiutore regionale tecnica del settore giovanile Camilla Gozzelino Federico Vitale e tutti gli allenatori per l’impegno e la dedizione: hanno collaborato attivamente e concretamente in modo molto costruttivo alla formazione degli equipaggi con un grande lavoro comune nell’interesse collettivo, creando, insieme, una grande squadra del Piemonte; ringraziamo gli autisti e le società per la messa a disposizione di barche e mezzi, consentendo così a tutti di svolgere la gara; ringraziamo la 2010 Canottieri Candia per l’organizzazione sul campo e Sarah che si è occupata degli aspetti organizzativi e della difficile fase dell’accoglienza delle delegazioni; ringraziamo i Giudici Arbitri che, come in ogni gara, hanno garantito l’equità della manifestazione e la sicurezza durante le regate; ringraziamo tutte le delegazioni intervenute e da noi ospitate, gli atleti, i dirigenti e gli allenatori di Liguria, Lombardia, Toscana, Canton Ticino, Suisse Romande e Rhone-Alpes; infine, non per importanza ma perchè sono sempre i destinatari finali delle nostre azioni e quindi meritano la nostra maggiore attenzione, ringraziamo tutti gli atleti ed atlete che hanno gareggiato e rappresentato valorosamente il Piemonte, in qualità di regione ospitante, in questa importante manifestazione, conquistando, come detto, un ottimo secondo posto nella classifica finale.

Arrivederci, quindi, a tutti gli amici ed amiche del TERA al prossimo anno, in territorio Lombardo.

Stefano Mossino

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

T.E.R.A. Candia - Good Morning

  • Pubblicato in News

Goooooodmorning Candia!!!

Si alza il sipario sull’edizione 2018 del T.E.R.A. Trophée Européen des Régions d’Aviron, evento realizzato con il contributo dalla Regione Piemonte, che si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per i 130 anni della Federazione Italiana Canottaggio.

Sulle rive del Lago di Candia, stanno, infatti, arrivando in queste ore le delegazioni che parteciperanno al T.E.R.A. edizione 2018.

Il Comitato Organizzatore Locale, egregiamente condotto e guidato da Sarah Bertolino, presidente della 2010 Canottieri Candia, ha ultimato i preparativi della manifestazione, dedicandosi a tutti gli aspetti organizzativi, logistici e di accomodation ed ha così consentito al Piemonte di svolgere egregiamente il ruolo di ospite dell’evento.

Ben 560 atleti appartenenti a 7 delegazioni (Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Canton Ticino, Suisse Romande e Rhone-Alpes), si sfideranno sul lago eporediese per aggiudicarsi il famoso Trophée Européen des Régions d’Aviron, erede ed evoluzione europea, di due precedenti eventi remieri: il trofeo CO.TR.A.O. e il Match Triangolare.

La prima edizione del Match Triangolare venne messo in palio nel 1985 tra le rappresentative di Piemonte, Svizzera Romanda e Rhône Alpes; a questo si aggiunse, nel 1996, il CO.TR.A.O, primo trofeo internazionale remiero delle Vallate Alpine che vedeva gareggiare originariamente il Piemonte, le regioni Savoiarde e svizzero-francofone e che gradatamente fu allargato a tre squadre rappresentative dei rispettivi territori: italiana (Piemonte, Lombardia, Liguria), francese (Rhône-Alpes) e Svizzera (Ticino, Svizzera Romanda).

Per tradizione i due eventi si sono sempre svolti nel mese di ottobre (secondo o terzo w.e.), con al sabato il Match Triangolare e alla domenica il CO.TR.A.O., con organizzazione ed ospitalità a rotazione dei comitati regionali aderenti.

Nel 2009, i comitati regionali aderenti al CO.TR.A.O. e al Match Triangolare decisero di fondere ed evolvere le due manifestazioni, allargandone i confini, ma rimanendo sempre collegati al territorio delle rispettive regioni. Nacque, quindi, il TERA, Trophée Européen des Régions d’Aviron, quale Trofeo Europeo che, pur mantenendo le caratteristiche di manifestazione remiera strettamente legata al territorio e dedicata a rappresentative regionali (gli equipaggi gareggiano infatti come rappresentative delle rispettive regioni),vuole anche essere un evento di rilievo internazionale ed europeo in quanto dedicato alle regioni originariamente aderenti al CO.TR.A.O. e al Match Triangolare, ma di anno in anno ampliatosi ad altre regioni limitrofe.

La presente edizione vede una importante novità. Infatti, alle tradizionali categorie, under 17, under 19 e senior (over 19) maschili e femminili, si sono aggiunte le categorie giovani Under 15.

E’, infatti, volontà delle delegazioni aderenti, per declinare sempre più la mission istitutiva del Trofeo, che vuole coniugare la finalità agonistica con lo scambio culturale, la coesione e la cooperazione internazionale, la promozione del fair-play, il lavoro di squadra e l’impegno territoriale, dare rilievo alle categorie giovanili.

Vedremo, quindi, per la prima volta, al TERA, cimentarsi a colpi di mero gli atleti di ogni categoria, dai più giovani ai grandi campioni nazionali ed internazionali.

La delegazione del Piemonte si presenta in forze all’appuntamento sul lago di Candia, con ben 43 equipaggi schierati sulle linee di partenza, pronti a confrontarsi al massimo livello con gli avversarsi delle delegazioni vicine.

Una squadra completa, in ogni categoria e specialità, rappresentativa dell’intero territorio regionale, magistralmente costruita dal coordinatore regionale tecnico Federico Vitale e dalla coadiutore regionale tecnica del settore giovanile Camilla Gozzelino, d’intesa con tutti gli allenatori del Piemonte, i quali hanno collaborato attivamente e concretamente alla formazione degli equipaggi con un grande lavoro comune nell’interesse collettivo, creando, insieme, una grande squadra del Piemonte, per consentire a tutti i nostri atleti ed atlete di cimentarsi in questa bellissima competizione territoriale internazionale.

Dopo il primo giorno di gare, le delegazioni si troveranno questa sera alla tradizionale cena degli atleti e delle rappresentative, presso la struttura eventi di Strambino – Fraz. Crotte, per un momento conviviale, caratteristico di questa manifestazione che vuole coniugare sport, agonismo e scambio culturale, coesione e cooperazione internazionale.

Domani, dalle ore 09.30, il secondo giorno di gare, che si concluderanno alle ore 12.00 con la premiazione finale e l’assegnazione del Trofeo, al quale sarà presente l’assessore regionale allo sport Giovanni Maria Ferraris.

Con questo evento, il Lago di Candia si conferma caposaldo del canottaggio regionale, nazionale ed internazionale; un risultato raggiunto, negli anni, grazie alla collaborazione fra tutti i soggetti del territorio: Amministrazione Comunale, Città Metropolitana, Regione Piemonte, strutture commerciali ed associative locali, 2010 Canottieri Candia, Lago di Candia Sport e Federazioni di Canottaggio e Canoa.

Buone gare a tutti e Forza Piemonte!

TERA Link al Sito Nazionale 

Stefano Mossino

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Terminata la 13a Rowing for Tokyo - Cuore battente

  • Pubblicato in News

Si è conclusa la 13a edizione della Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020. inclusa tra le manifestazioni dell’Ottobre Remiero Piemontese, per il 130° anniversario della Federazione Italiana Canottaggio.

La manifestazione ha richiamato decine di atleti da 15 società diverse, tra cui la portoghese Viana Remadores do Lima.

Enorme la partecipazione dei soci Armida e volontari per aiutare alla realizzazione di questi due giorni.

Ad aggiudicarsi l’ambito Trofeo Rowing for Tokyo è stata l’Armida grazie al punteggio calcolato in base ai risultati ottenuti in tutte le gare del weekend.

Due giorni sicuramente di grandissimo sport, anche a livello tecnico sportivo, ma anche di gioia e di esperienza umana totale: il cuore di genitori, volontari, addetti ai servizi, allenatori, pubblico ha battuto ancor più forte di chi fisicamente si è impegnato direttamente nelle sfide agonistiche.

Per risultati foto e video al link della Rowing for Tokyo.

Rowing for Tokyo

Servizio su TG3 regionale

 

 

Leggi tutto...

Resta a Torino il Bambinò della Sfida Torino - Aix Les Bains

  • Pubblicato in News

All’intramontabile sfida Torino Aix Les Bains vittoria in tutte le sfide Master per gli amici di Aix les Bains, nel 4x femminile e nel singolo Junior. Al Piemonte va la sfida dell’otto senior che è valida per l’assegnazione del trofeo, il Bambinò resta a Torino anche quest’anno. Hanno seguito la regata il consigliere nazionale Fic Mario Italiani, il presidente del comitato Piemontese Stefano Mossino, e il presidente del Cerea, società ospitante il Match, Tony Baruffaldi.

 

Il video della vittoria

Riccardo Iuliani

 

 

 

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires - I protagonisti

  • Pubblicato in News

 Zama Khaijda cop 2

 

 

Appena rientrati dalla coinvolgente esperienza ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires, ancora provati dalle fatiche della gara e dal lungo viaggio, Alberto Zamariola (Cerea) e Khadija Alajdi El Idrissi (Cus) rispondono alle nostre domande.

Sono state rispettate le aspettative della partenza?

Zama4Alberto: Le mie aspettative sono state ampiamente superate. Mi aspettavo al massimo di finire in finale B e al “massimissimo” in finale A certamente non di vincere.

 

 

KhaijdaridKhadija: Possiamo dire di si.

 

 

Prima volta che rappresenti l’Italia e il Piemonte in una competizione olimpica che differenza ha trovato dalle altre competizioni?

Zama4Alberto: Dal punto di vista della tensione nessuna differenza da un'altra gara internazionale anche se il contesto olimpico, per quanto giovanile, è un esperienza unica perché coinvolge tutti gli sport, c’è tutta l’Italia, tutti gli sport insieme: un esperienza “totale”!.

 

KhaijdaridKhadija: Rispetto ad un mondiale le differenze sono abissali. L’olimpiade giovanile è gestita in maniera completamente diversa soprattutto per quanto riguarda l’organizzazione. In più ti fanno sentire un vero atleta olimpico: sensazione magica!

 

Una nuova tipologia di gara rispetto a quelle abituali, di fatto un incognita, come l’hai affrontata e come la valuti rispetto alle distanze tradizionali?

Zama4Alberto: Siamo partiti con i time trials con giro di boa nel quale non siamo andati bene e ho temuto di non raggiungere neanche l’aspettativa minimale. Tornando in albergo il nostro compagno di stanza del pattinaggio aveva già vinto una medaglia. E’ stato uno schiaffo per tornare alla realtà delle gare. In semifinale, dopo due batterie, abbiamo dovuto affrontare i campioni del mondo in carica e i terzi classificati ai mondiali. Sarebbero passati solo i primi due e quindi dovevamo almeno battere uno di questi equipaggi considerati irraggiungibili. Siamo partiti carichi e abbiamo vinto, e vinto con il miglior tempo delle semifinali. Solo venti minuti dopo la finale e tra le due gare Nicolas è stato male: l’ultima cosa che vorresti prima di una finale di tale valore. Dovevamo fare di nuovo il miglior tempo! Non potevamo non ripeterci. Sotto il ponte un tifo enorme assordante non sapevamo per chi era ma noi lo abbiamo preso per noi e ci ha dato la carica. In un secondo tutte e tre le barche ma noi primi. Sono stati i più bei cento metri della mia vita.

KhaijdaridKhadija: Parlando sinceramente preferisco la distanza tradizionale dei 2000 metri, probabilmente per un fatto di abitudine, però ho fatto difficoltà a confrontarmi sui 500 metri.

 

 

Come vivono il canottaggio gli argentini?

Zama4Alberto: Gli argentini avevano tutto il tifo di casa e sono stati aiutati molto.

 

 

  

KKhaijdaridhadija: Gli argentini sono veramente magici, rappresentano un grande tifo, soprattutto nelle gare di canottaggio. La competizione si svolgeva in un porto e durante la gara stessa si doveva passare sotto un ponte. Nel momento in cui gareggiavano equipaggi argentini si sentiva un tifo pazzesco quasi da brividi.

 

Il tuo risultato è anche un punto di partenza verso nuovi obiettivi. Cosa ti prefiggi?

Zama4Alberto: Non penso che andrò ad un'altra olimpiade anche perché i pesi leggeri verranno tolti. Ma nella categoria under 23 ho ancora tanto da dare e sarebbe proprio bello riuscire ad entrare nella squadra U23.

 

 

KhaijdaridKhadija: L’obbiettivo che più desidero, in questo momento, è quello di vincere un mondiale, ma soprattutto di entrare nella squadra under 23.

 

 

Quale consiglio vuoi dare a chi inizia questo sport?

Zama4Alberto: Se ce l’ho fatta io possono farcela tutti. Bisogna crederci. E fare delle sconfitte e delle delusioni il motivo della tua rivalsa. Benzina per il tuo riscatto. Questa è stata la mia esperienza.

 

 

KhaijdaridKhadija: per chiunque voglia uno sport che appassioni, il canottaggio è quello giusto.

 

 

Fai un saluto argentino olimpico

Zama4Alberto: Hola.

 

 

 

KhaijdaridKhadija: Ahaha, ciao a tutti.

 

 

 

Complimenti da tutto il comitato regionale!

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...

Il match Torino - Aix-les-Bains

  • Pubblicato in News

Domani alle 14.00 la famosa sfida Torino Aix Les Bains

Il match Torino - Aix-les-Bains, ha visto i suoi albori nel lontano 1921 in Savoia.

Quest’anno in occasione della 80a edizione la sfida sarà sulle acque del Po.

E’ sempre un onore per gli atleti partecipare a questa sfida che li rende orgogliosi.

In occasione della prima regata tra i canottieri di Torino contro i francesi di Aix-les-Bains il quotidiano “La Stampa” dell’11 luglio 1921 diede notizia del telegramma dalla cittadina francese: «Un telegramma da Aix ci informa che un equipaggio a 8 della simpatica società concittadina Cerea ha vinto un equipaggio di quella città. I rematori prescelti hanno saputo imporre la propria forza e dopo un’ottima corsa sono riusciti a staccare di oltre tre lunghezze gli avversari della città di Savoia».

Insomma una regata storica che trasporta ai nostri giorni i valori, la gioia, la sportività, la vivacità delle prime sfide.

Ecco gli sfidanti dei vari equipaggi

1x MM 1x Master maschile 1x Veteran

PONTI Marco                                     BICHET Sébastien

8+ MM 8+ Master maschile 8+ Veteran

LAPI Simone                                      RAVIER Jean marc

BOFFA Andrea                                  BICHET Nicolas

BOFFA Mario                                     BICHET Stéphane

CONSALVO Roberto                         BAU Adrien

PASTORE Luca                                 DURET Estéban

ROMANO Enzo                                 COUDURIER Nicolas

MANZELLA Carlo                              BERGERETTI Cyrille

BOZZI Marco                                     PAZEM Denis

BARA Simonetta                                DEHU Giles

4x WSEN 4x Senior femminile 4x Senior filles

CROSIO Silvia                                   FAVRAIS Maella

FARAVELLI Benedetta                      GOUTIERE Lea

MARCHETTI Laura                            BAUD Louise

GALLO Valentina                                NEYRAT Juliette

1x MJUN 1 x Junior maschile 1x Junior hommes

BENAZZO Achille                               GIRERD Anthony

8+ MSEN 8+ senior maschile 8+ Senior Hommes

LOVISOLO Luca                                ASSIER Clément

HEARD Miles Ayemane                     CHAMORAND Louis

RADICE Leonardo                             CHUZEL Thomas

CARANDO Andrea                            RENAUD Théo

VINCENTI Alberto                              ARMENJON Nicolas

ITALIANO Riccardo                           VITTET Mael

FORNARA Filippo                              LAMIRAL Yoann

GAIONE Lorenzo                               DUCLOS Felix

HAONIAN Jane                                  ALLEMAND Matheo

 

Si allega locandina dell’evento

 

 

Riccardo Iuliani

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS