Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu
Riccardo Iuliani

Riccardo Iuliani

Trofeo dei Giovani 2017 - Unici Iscritti

  • Pubblicato in News

Al termine delle iscrizioni risulta quanto segue : 


Gara n,4 Doppio F Allievi B1 CEREA spostato nella categoria B2 perchè risultava essere unico iscritto
 
 
Gara n. 14 Quattro di Coppia F Allievi C : sono iscritti due unici equipaggi CUS TORINO
 
 
Gara n.29 Otto Master Maschile : sono iscritti due unici equipaggi CAPRERA
 
 
Si chiede di dare indicazione alla casella  Segreteria@canottaggiopiemonte.it entro domani giovedì 25 maggio ore 12.
 
Si allega statistica equipaggi per gara
Grazie
 
Riccardo Iuliani

 

   

Avviso ai naviganti

  • Pubblicato in News

Si allega comunicato della Direzione infrastrutture e mobilità, servizio ponti, vie d'acqua ed infrastrutture del Comune di Torino per le possibili variazioni dei livelli idrici del fiume e le necessarie cautele da mantenere.

Riccardo Iuliani

 

Capital Cup – L’Armida invade e conquista Vienna

  • Pubblicato in News

Vienna CopertinaVienna2017Iuliani (14)ViennaVienna2017Iuliani (42)Carlo AtletiVienna2017Iuliani (52)Vienna2017Iuliani (55)Gara

 

 Sabato alla Wienerachter 2017 la Canottieri Armida si presenta con sei equipaggi invadendo di fatto  la capitale austriaca con più di cinquanta master tra atleti in gara e accompagnatori.

La regata di fondo a Vienna è stata la terza capitale europea del circuito della Capital cup che in questa edizione ha interessato anche Budapest e Zagabria.

Duemila chilometri tra le strade d’Europa con carrello al seguito con tre ammiraglie ne sono valsi la pena.

Grande spirito societario e ottimi risultati.

Si sono dati battaglia con i canottieri provenienti dai vari stati europei ben tre equipaggi maschili uno femminile e due misti di cui uno con gli atleti master non vedenti del gruppo pararowing armidiano.

Ed è proNonvedenti2prio quest’ultimo equipaggio con Prelato, Varesano, Prudenzano Ampra Siletto Stella Maffiotti Bregolin D' Emilio ad arrivare primo nella categoria misto maschile/femminile D superando gli equipaggi dei normodotati e vincendo il premio e la medaglia.

 

La medaglia in questa competizione è prevista solo per il primo classificato di categoria e averla conquistata è stata una grande soddisfazione e gli altri equipaggi dell’Armida si sono difesi con onore conquistando due secondi piazzamenti due terze posizioni e un quarto posto nelle rispettive categorie.atleti2

Secondo classificato l’equipaggio master A di Motta Motta Boggio Polato Mafucci Martins D' Emilio Ragona Gozzelino che un pò sfortunato ha gareggiato, diversamente dal primo classificato, nel primo gruppo di partenti quando le condizioni meteo erano nettamente sfavorevoli.

Ancora uCarlo1n secondo posto, lasciando dietro l’agguerrito equipaggio tedesco, per l’equipaggio master C di Iuliani Martini Carlotti Abate Roasio Alemanno Del Piano Cavallini, nonostante due “pesci” e uno scarrellamento che hanno determinato notevoli rallentamenti e meritati ed "espliciti richiami correttivi" da parte della timoniere Brugo.Presidente2

In terza posizione l’equipaggio master E/F del presidente trascinatore dell’Armida Gianluigi Favero con Mesturini Lanzavecchia Beiso Orsini Antonietti Tamietto Malvicini Favero Novelli e che nella sfida interna societaria le suona, per quanto riguarda il riscontro cronometrico, al precedente equipaggio.

Terzo anchMistoe l’equipaggio della categoria misto maschile/femminile di Taglia Perrone Quirico Barberis Cosentino Sra e ancora Iuliani e Martini che nella stessa giornata, a causa di assenze dell’ultimo minuto ripetono i sei mila della regata ma questa volta senza incidenti e una barca scorrevole con membri dell’equipaggio alla loro prima esperienza in campo internazionale.

Le donne dell’Armida con le atlete Chiappino Picco Icardi Ottino D'Asdia Lodigiani Casalegno Donne2Martin Gozzelino  si posizionano in una onorevole quarta posizione a soli due secondi dalle connazionali della Tiber.

  Medaglia Premiazione 

  Riccardo Iuliani

Internazionale Master – Mailander (Armida), Rasario, Capretti (Cus) dominano tutte le finali del singolo

  • Pubblicato in News

Si tinge di rosa il canottaggio piemontese.

Tutte le finali del singolo master femminile hanno sul gradino più alto le atlete delle società remiere torinesi. Carolina Mailander vince la finale master D con 4’ 12” 04 lasciando dietro le competitive atlete svizzere. Cristina Rasario vince la combattuta finale ad handicap mista A-B-C con 4’ 12” 60 contro le connazionali Violante Lama (Caprera) che giunge seconda, appesantita dall’handicap per la più giovane età, e contro Valeria Vitali (Cus) giunta terza e Marta Levi Montalcini (Armida) che si piazza ad un onorevole quarto posto dopo aver subito nella notte precedente danni alla propria imbarcazione da parte di sconosciuti. Paola Capretti vince con 4’ 39” 00 nella finale mista E-G contro le corpulenti atlete tedesche e svizzere.

A difendere l’onore del settore maschile, con un solo oro conquistato, uno splendido Enzo Romano (Caprera) che vince la finale contro atleti più giovani e atleti più anziani, ad handicap sfavorevole, tra cui gli atleti Esperia Marco Ponti quarto, Andrea Bonesi sesto e Flavio Dematteis settimo.

Ma le atlete non si sono fermate e sono salite sul gradino più alto anche nel doppio con ancora la Rasario in un misto Gavirate, e nel quattro di coppia, tutto Cus, con ancora Capretti e Vitali insieme a Paola Paris e Viviana Gaggio.

Ottimi risultati per gli atleti piemontesi anche nel quattro di coppia. Francesco Zucchi (Armida) porta all’argento il quattro di coppia del Monopoli2005, e l’equipaggio Caprera giunge terzo con Romano Uberti, Enzo Romano, Rocco Bevilacqua, Marco Ponti. Nel quattro senza il Cus si accaparra l’argento con Luca Petruzzelli Luca Elia Gian Mario Blanchet e Guido Valle e gli specialisti del due senza Mario Boffa e Roberto Consalvo (Caprera) conquistano un meritato bronzo.

Nel doppio ottima prestazione dell’Omegna che con Fracesco Pella e Andrea Zucchetti conquistano un meritato argento in una combattuta e affollata finale Master C, quarto posto per l’instancabile Uberti e Antonio Ravarino (su armo Esperia) nei Master D, quinto posto per Karla Martino e Francesca Pasquali (Caprera) e sesto per Maria Lando e Nadia Nappione (Esperia)

Nel quattro di coppia misto argento per l’equipaggio Cus dei già citati Paris Blanchet Elia Gaggio.

Nel trofeo Spozio quarta posizione per l’otto Caprera (Uberti Coero Bevilacqua Boffa M e Boffa A Manzella Gravina Consalvo Iseppi)

Riccardo Iuliani