Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

The best bookmaker bet365

Menu
Riccardo Iuliani

Riccardo Iuliani

SPRING REGATTA 2017 - Note Iscritti

  • Pubblicato in News

Al termine delle iscrizioni per la gara di Candia di domenica 12 marzo risulta quanto segue :

 Gara n.2 SINGOLO 7,20 F Allievi B1

Equipaggio Unico Iscritto : CANNOBBIO

 Gara n.3 DOPPIO M Allievi B1

Equipaggio Unico Iscritto : CAPRERA

 Gara n.20 SINGOLO F Esordienti

Equipaggio Unico Iscritto : MURCAROLO

 Gara n.22 DOPPIO F Esordienti

Equipaggio Unico Iscritto : CUS TORINO

 Gara n.41 OTTO F Master

Equipaggio Unico Iscritto : CAPRERA

 Gara n.44 OTTO O Master

Equipaggio Unico Iscritto : CEREA

 Gara n.68 DUE SENZA F Senior A

Equipaggio Unico Iscritto : LARIO / TREMEZZINA

 Gara n.71 QUATTRO CON M Senior A

Equipaggio Unico Iscritto : VERBANESE

 Le atlete Fiorella Mengotti e Valentina Cucciniello della società Menaggio sono iscritte nelle seguenti due gare :

Gara n.14 SINGOLO F Cadetti

Gara n.16 DOPPIO F Cadetti

Il bando prevede che le categorie giovanili facciano una sola gara e quindi si chiede di cancellarle da una delle due gare a cui sono iscritte.

 Per agevolare la scelta degli equipaggi unici iscritti, si allega la statistica equipaggi attualmente iscritti.

Si prega far pervenire le modifiche entro Giovedì 9 marzo ore 12:00 alla casella di posta : SEGRETERIA@CANOTTAGGIOPIEMONTE.IT

Conferenza Allenatori - Terni

  • Pubblicato in News

Oltre 260 allenatori in rappresentanza di un centinaio di società italiane si sono dati appuntamento nel corso del week-end a Terni per la prima Conferenza Nazionale Allenatori del quadriennio 2017-2020, sesto appuntamento dell’inizio della Presidenza Giuseppe Abbagnale.

Circa un ventina i tecnici piemontesi presenti, in rappresentanza di tutti i sodalizi, per un programma ricco e dettagliato, il quale, suddiviso su due giorni (sabato pomeriggio e domenica mattina) ha visto succedersi gli interventi di ben 10 relatori.

Il pomeriggio del sabato, aperto dal saluto del Presidente Abbagnale, ha visto intervenire per primo il professor Paolo Benini, docente dell'Università di Siena, esperto di gestione delle performances sotto pressione.

Il professor Benini ha illustrato come la mente può limitare le prestazioni di un atleta ed ha fornito alcuni elementi utili ai tecnici per innalzare il limite della massima prestazione sportiva raggiungibile, rapportandosi ed affrontando le difficoltà in modo più efficiente, accrescendo la propria resilienza.

Terminato l’intervento del professor Benini la parola è passata al dottor Francesco Leonelli, Coordinatore Nazionale DCO - FMSI, che ha trattato il tema del doping.

Il dottor Leonelli ha illustrato i sistemi di rilevamento e controllo del doping in ed out competition, pianificati ed a sorpresa, sensibilizzando i tecnici a rafforzare il controllo dei propri atleti durante l’assunzione di farmaci per finalità medicali che possono avere una componente dopante, cosa che avviene spesso in maniera non consapevole e può portare ai medesimi livelli di squalifica derivanti dell’assunzione consapevole di farmaci dopanti.

Sono stati poi spiegati i metodi di selezione degli atleti per i controlli, le provette analizzate, il sistema di prelievo del sangue, diritti e doveri degli atleti nel momento del sorteggio.

Il dottor Leonelli ha poi lasciato la parola al professor Andro Ferrari, Responsabile del Progetto Talenti 2020, che ha trattato una serie di strategie vincenti nel canottaggio giovanile: particolare enfasi è stata posta alla necessità di attuare nei giovani una strategia di avvicinamento dolce e graduale allo sport, alternando, nei primi anni, più esperienze motorie al fine di accrescere la consapevolezza dell’atleta verso la sua naturale propensione sportiva e permettendogli di accrescere il proprio bagaglio coordinativo.

Terminato l’intervento del dottor Leonelli la parola è passata al Capo Allenatore Junior Maschile e Coordinatore dell’Area Formazione Valter Molea, che ha esposto gli elementi salienti trattati durante la FISA Coaches Conference 2017 svoltasi a Vancouver (Canada) 26 al 28 gennaio 2017.

Molea ha illustrato l’iter seguito dalla FISA che ha portato all'esclusione del quattro senza pesi leggeri e all'inserimento del quattro senza senior femminile nel programma olimpico, motivato dal raggiungimento della parità fra uomini e donne.

Molea ha inoltre condiviso le testimonianze di alcuni degli allenatori più vincenti a livello mondiale intervenuti nel corso della conferenza, quali Jurgen Grobler (Gran Bretagna) e Nikola Bralic (Croazia), allenatore dei fratelli Sinkovic.

Terminato l'intervento di Valter Molea, la parola è passata ad Eros Goretti, ex DT della nazionale Messicana ed attuale DT della nazionale Ungherese, il quale, nel ringraziare la FIC per avergli offerto l'opportunità di portare la sua testimonianza relativamente le esperienze maturate alla guida di tali squadre, ha illustrato il know-how acquisito e le differenze rispetto al nostro paese.

Terminato l’intervento di Eros Goretti, la prima giornata si è chiusa con la premiazione degli associati Anac (Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio) per i successi conseguiti nel corso della stagione 2016; fra i tecnici premiati Valter Molea (Fiamme Oro) per la vittoria di Alberto Di Seyssel (Armida) al mondiale under 23 nel 4 senza PL, Vittorio Altobelli (CS Carabinieri, ex Forestale) per la vittoria di Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo al mondiale under 23 nel 4 senza PL e Roberto Romanini (Esperia) per la vittoria di Federico Gherzi (Esperia) nel singolo PL ai mondiali universitari.

La mattinata di domenica si è aperta con la presentazione del progetto Fit Row a cura degli ex atleti azzurri Pasquale Panzarino e Riccardo Dei Rossi; il progetto è finalizzato a creare un sistema fitness riconosciuto che riproduca “a secco” i benefici del canottaggio all’interno delle palestre, al pari di programmi affermati quali il Cross Fit e simili, supportato anche da ex atleti professionisti del remo italiano.

Dopo la tematica Fit Row, la parola è passata al professor Valter Borellini, che ha trattato il rapporto allenatore atleta in età giovanile, fondamentale per sviluppare caratteristiche positive quali la capacità di affrontare e superare le difficoltà, la consapevolezza delle proprie possibilità, l'autonomia, la motivazione, il successo, la capacità di collaborare con gli altri.

Borellini ha poi lasciato la parola al professor Antonio Urso, Coordinatore scientifico della scuola nazionale Istituto di Medicina e Scuola dello Sport, che ha trattato la tematica delle neuroscienze applicate al campo dello sport, esplicando il processo di sviluppo neuronale dei giovani, l’impatto negativo delle attitudini di vita contemporanee su tali processi, l’importanza di un’ampia pratica sportiva si dai primi anni per i corretti processi di apprendimento e l’importanza ormai confermata di affiancare (nelle modalità corrette) l’allenamento pesistico alla pratica sportiva anche nei più giovani.

Terminato l’intervento, la parola è infine andata al Direttore Tecnico Franco Cattaneo, che, in due riprese, ha sviluppato un intervento molto dettagliato ed approfondito, il quale, attraverso il supporto di dati puntuali, filmati e spezzoni delle più recenti ricerche a livello internazionale ha tracciato un bilancio sullo stato del canottaggio italiano a livello giovanile, femminile, maschile e fornito utili spunti e linee guida per il proseguo dei lavori da parte degli allenatori all’interno delle società.

Molto positive le impressioni dei tecnici piemontesi interpellati, che hanno apprezzato la qualità dei contenuti e dei supporti messi a disposizione.

ALESSANDRO POLATO

12th Italian Sculling Challenge - 12° Memorial Don Angelo Villa

  • Pubblicato in News

Anche oggi grandi emozioni al 12th Italian Sculling Challenge - 12° Memorial Don Angelo Villa con l'emozionante spettacolo sportivo offerto dalla mass start dei 117 singoli. Il percorso è stato reso molto impegnativo dal forte moto ondoso che ha messo a dura prova gli atleti. Tra gli atleti che hanno partecipato alle varie edizioni nessuno ricordava situazioni metereologiche più difficili ma tutti gli atleti partecipanti hanno terminato il percorso seppur stremati.

Importante secondo posto nella classifica senior femminile di Jorio Fili Olga Andrea della neonata società Torinese New Country mentre tra i senior maschile il primo atleta piemontese è il 17° Fioroni Tommaso della canottieri Lago D'orta

Si piazza seconda con onore nella categoria Junior femminile Musetti Camilla della Canottieri Pallanza.

Tra i master gli atleti piemontesi si sono difesi con caparbietà ottenendo risultati in quasi tutte le categorie. Terzo posto per Maffucci Amedeo (Armida) nei Master A maschile e per Vlčková Eliška (Lago d’Orta) nel master B femminile. Petruzzelli Luca (Cus) ottiene il secondo posto nella categoria D maschile mentre nel campo femminile podio tutto piemontese con le due armidiane Mailander Carolina sul gradino più alto e a seguire Matteoli Federica e Martino Carla (Caprera) al terzo posto. Nei master E primo Uberti Romano (Caprera) e terzo Riccardo Iuliani (Armida) mentre tra le donne altro podio tutto torinese con Capretti Paola (Cus) seguita da Ferrero Elisabetta e Paini Rossana (Caprera). Nei master F dominio dell’Armida con Manzin Roberto argento e il Presidente dell’Armida Favero Gianluigi, sempre presente, al terzo posto e in campo femminile Donatella Borgialli precede Isabella Chiappino. Infine nella categoria master J oro per Pellicelli Giorgio (Armida)

Tra i cadetti primo posto per Pappalettera Emilio (Armida) e tra gli allievi terzo posto di Peretti Matteo (Lago d’Orta)

La canottieri Armida oltre ad aggiudicarsi il medagliere più ricco vince anche il trofeo per il maggior numero di atleti iscritti.

Riccardo Iuliani

Orta Lake Challenge - L’Armida primo equipaggio master vince il Trofeo dedicato a Franco Fornara

  • Pubblicato in News

Grande spettacolo a Orta San Giulio nonostante il tempo davvero inclemente con pioggia torrenziale, raffiche di vento e temperatura gelida. I 22 equipaggi che hanno partecipato alla seconda edizione dell'Orta Lake Eights Challenge – TrofeoRemo Rosso si sono dati battaglia e hanno dimostrato quanto sia grande la loro passione per questo sport.L'entusiasmo e la passione di atleti e organizzatori hanno avuto ragione di tutto.

Grande partecipazione delle ammiraglie piemontesi: tre equipaggi Armida (master femminile, master maschile e open mind) e due equipaggi Caprera (master femminile e maschile).

L’8 master Armida (Iuliani Risucci Bobba Savo Stadari Galetta Vanetti Corazza Brugo) arriva terzo nella classifica generale in 24'44", dopo due equipaggi senior, e primo equipaggio master vincendo Il Trofeo dedicato a Franco Fornara. Tra gli equipaggi maschili terzo posto dell’8 Caprera (Boffa Boffa Consalvo Manzella Pastore Uberti Ronco Ballada Iseppi)

Il primo equipaggio femminile master è stato quello del Caprera (Martino Ferrero Capretti Nappione Paini Bogianchino Calleri Bertero Romeo), 12^ assoluto con il tempo di 29'36". Al terzo posto sul “8 Indipendente” le master torinesi Matteoli e Pasquali.

Sicuramente da evidenziare la grandissima prestazione dell’8 Open Mind Armida con Giacone, Rastrelli, Bongiovanni, Rossi, Bianchi, Sforza, Vaccaro, Faiella timonati dal loro allenatore Filippo Cardellino che, con coraggio e determinazione, hanno affrontato la regata nonostante le già citate condizioni atmosferiche proibitive.

Da segnalare anche l'equipaggio dei Campioni, che ha gareggiato in una categoria a parte capitanato dall’olimpionico torinese Giorgio Tuccinardi.

Riccardo Iuliani